Post.it
Archivio
17 Febbraio 2022

Eterni bambini

La pedagogia cattolica è folta di pratiche infantili e devozioni intimiste. Va bene: servono per educare e cominciare a crescere. Il problema è quando (molto spesso) diventano assoluti; e allora impediscono di maturare.

16 Febbraio 2022

Stato d’assedio

Scoppierà anche in Italia la bomba pedofilia, è solo questione di tempo. E usciranno anche le lamentazioni pugnaci di chi si sentirà assediato e perseguitato dal 'mondo cattivo'. Varrà la pena, allora, ricordare chi sono davvero le vittime e quali enormi violenze hanno subito.

15 Febbraio 2022

Il sacro è normale

È incredibile che cristiani si accostino ancora al sacro con le categorie dell'inaccessibile, del separato dal mondo, del terribile che bisogna guardarsi dal profanare. Ma già in sé l'incarnazione ha totalmente ribaltato questa idea, che è "pagana"...

14 Febbraio 2022

Nato-Russia: tra i due litiganti il terzo muore?

A ragione Manzoni notava che da ragioni contrapposte può scoppiare una guerra «ogni volta che una testa dura s’abbatte in un’altra della stessa tempra». A noi, con Fra Cristoforo, non resta che sussurrare: «il mio debole parere sarebbe che non vi fossero né sfide, né bastonate».

13 Febbraio 2022

Pochi ma buoni

I preti diocesani in Italia sono calati del 20% negli ultimi 30 anni. Ma anche i praticanti sono diminuiti, circa del 15% in un solo decennio; per non dire dei cattolici di facciata. E allora: c'è carenza di clero, o il problema sta in una pastorale generalista che non tiene più?

12 Febbraio 2022

Tradurre – o tradire – il Papa emerito?

Tradurre in italiano (e spagnolo) il termine priester, usato da Benedetto XVI, con sacerdote (mentre inglesi e francesi sceglievano prete), oppure il verbo übersehen con trascurare (mentre i secondi dirottavano su negligér e neglect), non rivela qualcosa del dramma degli abusi?

11 Febbraio 2022

La questione è un’altra

La storica Lucetta Scaraffia lancia l'idea di creare donne cardinali, secondo la tradizione per cui a tale dignità si potevano elevare persone senza ordinazione sacerdotale. Al che si capisce come mai il suo articolo s'intitoli: «La questione non è il sacerdozio femminile»...

10 Febbraio 2022

Con affettuoso rispetto

Grati a Benedetto XVI - per ciò che di profondo, veritiero e decisivo ha sentito, detto e fatto davanti agli abusi sessuali dei preti - ci domandiamo: un grande teologo come lui non vede altra colpa che la negligenza, l’indecisione, l’irresponsabilità e il sonno dei pastori?

9 Febbraio 2022

Lasciatelo vivere

Enzo Bianchi ha acquistato un cascinale non lontano da Bose e si sono scatenati i commenti: con quali soldi, perché lì, vuole rifare Bose, non è evangelico... Ma è così riprovevole che un anziano desideri finire di vivere come ha sempre vissuto?

8 Febbraio 2022

Beati quando vi insulteranno

Per alcuni il Santo Padre, intervistato da Fazio, ha legittimato in modo inopportuno un programma in cui la Littizzetto da anni irriderebbe la Chiesa. Ma il Papa non aveva detto che «se non vai da loro, per sentire anche gli insulti che ti danno, non stai facendo bene il Sinodo»?

7 Febbraio 2022

Achtung religione

L'arcivescovo Ratzinger di fronte a casi di pedofilia del suo clero si sarà comportato come tanti all'epoca: alzare gli occhi al cielo e salvare l'istituzione. Ma questo non fa che dimostrare l'enorme travisamento di cui la "ragion religiosa" è capace, persino nei più acuti.

6 Febbraio 2022

Simul stabunt, simul cadent.

Achille Lauro usa oggetti e simboli battesimali in un contesto ‘spettacolare’. Papa Francesco viene intervistato in uno spettacolo della RAI (come era già successo senza clamori su una rete MEDIASET). Non siamo davanti a due facce dello stesso problema o della stessa opportunità?

5 Febbraio 2022

𝗧𝘂𝗿𝗼𝗹𝗱𝗼 𝗱𝗶 𝗳𝘂𝗼𝗰𝗼 𝗶𝗻𝗾𝘂𝗶𝗲𝘁𝗼

"Credere è entrare in conflitto": in questo verso ci sono tutta la profezia e tutta la poesia di padre David, che entrava nella vita eterna 30 anni fa, lasciandoci le sue parole di fuoco.

5 Febbraio 2022

Preti liquidi

Secondo un'inchiesta, in Italia sono sempre meno i preti disposti a diventare parroci, per via del carico eccessivo di responsabilità. Preferiscono restare battitori liberi, in ministeri che richiedono minor stabilità. I preti sarebbero dunque i soli ad aborrire il posto fisso!

3 Febbraio 2022

Dignità, tra le rive del Tevere

"Accanto alla dimensione sociale della dignità, c'è un suo significato etico e culturale che riguarda il valore delle persone e chiama in causa l'intera società". Mattarella inaugura il settennato con una preghiera laica sulla dignità. C'è consonanza tra le due sponde del Tevere.

3 Febbraio 2022

L’eccezione italica

Un'indagine sulla pedofilia del clero «servirebbe anche in Italia, così non si continuerebbe a negare qualcosa che viene continuamente smentito, cioè che non ci sono abusi sessuali nella Chiesa italiana». Non l'ha detto un ateo anticlericale ma padre Hans Zollner della Gregoriana

2 Febbraio 2022

Santa curiosità…

Ma allora il Papa sbaglia quando invita a «lasciarsi sorprendere dalla verità, fosse pure solo un frammento, nella persona che stiamo ascoltando»? O quando ricorda che «ci sarà sempre una cosa, pur minima, che potrò apprendere dall’altro e mettere a frutto nella mia vita»?

1 Febbraio 2022

A che serve

Il precetto festivo (peraltro sempre meno osservato) fa dimenticare un aspetto essenziale del rito: la gratuità. Dio non ha bisogno della messa, e in senso assoluto nemmeno noi: una verità che impone ancor più di chiedersi perché ripetiamo ogni settimana sempre gli stessi gesti.

31 Gennaio 2022

Auguri Bose!

Isacco di Ninive e Efrem il Siro: straordinari autori cristiani che ho scoperto a Bose grazie a Sabino Chialà, nuovo priore della comunità monastica. Con l’augurio che, tramite lui, l’“eresia” siriaca della misericordia possa effondersi su di essa e su coloro che l’amano ancora.

30 Gennaio 2022

Il dubbio

Ma se l'eucaristia è il corpo di Cristo, davvero qualcuno può arrogarsi il potere di negarlo a chicchessia? Semmai la Chiesa potrebbe riservarsi il diritto di considerare quanti lo ricevono "in comunione" con gli altri suoi membri, oppure no. Ma Dio va comunque oltre.

29 Gennaio 2022

Paura o insipienza editoriale?

Da dieci giorni la dirompente intervista al cardinal Hollerich, uscita su ‘La Croix’, attende una traduzione italiana. Su AgenSIR non v’è traccia della notizia. Eppure è il relatore generale per il Sinodo sulla sinodalità. Non ci lamentiamo, poi, della crisi editoriale cattolica.

28 Gennaio 2022

Devotio moderna

Il Sacro Cuore nel Seicento (e ben oltre). Le apparizioni della Madonna nell'Ottocento. Cristo Re nel primo Novecento. Ogni secolo ha la sua "devozione", che in certo modo ne denuncia lo spirito (ma anche le sue debolezze). E il nostro?

26 Gennaio 2022

Bis 416bis!

A quasi 30 anni dalla celebre invettiva di Giovanni Paolo II ad Agrigento, un'apposita Commissione vaticana sta discutendo per inserire la scomunica ai mafiosi nel Diritto canonico e nel Catechismo. Invece in Italia si discute di togliere il 416bis...

25 Gennaio 2022

Non pensateci troppo (al nostro bene)

Da giorni tutti i 'grandi elettori' dichiarano di voler compiere una scelta presidenziale - e un'azione politica- "per il bene degli italiani": come sempre da decenni. Considerando che in 30 anni gli stipendi in Italia sono diminuiti, unico paese dell'UE, c'è da toccare ferro...

24 Gennaio 2022

Ascoltali, Signore!

Si parla tanto di far partecipare di più i laici alla messa, ma persino le preghiere dei fedeli sono copiate dal foglietto prestampato... Almeno lì, potremmo lasciare - anzi incentivare - che i suddetti fedeli dicano effettivamente la loro. O è fatica sprecata?

22 Gennaio 2022

Il decaduto

Per fortuna oggi i vescovi italiani sembrano almeno indirettamente esprimere forti perplessità morali su Berlusconi al Colle. Nel 1994 (e poi per due decenni) la Cei la pensava esattamente al contrario, e ce lo fece votare. Dev'essere che Silvio nel frattempo è molto peggiorato.

20 Gennaio 2022

Aspettiamo

Giusto un anno fa papa Francesco istituiva formalmente i ministeri del lettorato e accolitato per le donne. Siamo qui ad aspettare con fiducia che qualche vescovo faccia il coraggiosissimo primo passo. Magari in Italia, chissà.

18 Gennaio 2022

Magistrale

Se conoscessimo la storia della Chiesa, quante cose "irrinunciabili" del cristianesimo capiremmo che sono assai rinunciabili... Invece continuiamo a credere che "è sempre stato così". Historia magistra fidei.

16 Gennaio 2022

Ingresso libero

Al cinema, in ufficio, nei negozi; ma in chiesa il green pass non c'è. Se i vescovi avessero coraggio e profezia, chiederebbero che gli fosse applicato: come a tutti i comuni mortali, senza antipatici privilegi. Chiesa in uscita? Questa preferisce non avere fastidi all'entrata.

15 Gennaio 2022

Addio David!

“Oltre a buongiorno e buonasera, esclamavi sempre 'evviva', come se anche solo l'incontrarsi fosse già una vittoria”(G. Sassoli). È solo fame di incontri? Oppure 'evviva' ci risuona bellissimo perché siamo “persone”, perché “esistiamo davvero” solo nella relazione con gli altri?

14 Gennaio 2022

Omelia partecipata

Il caso della predica no vax ha creato scandalo. Ma un prete può davvero evitare di esporre dal pulpito opinioni personali (cioè in sostanza se stesso)? Lo scandalo è semmai che i fedeli non possano dire la loro.

12 Gennaio 2022

Allora no

Una certa ala cattolica, prendendo spunto dall'attuale consonanza tra governo e Chiesa sul tema dei vaccini, accusa quest'ultima di essere succube dello Stato. Quando governava la Dc invece andava tutto bene.

10 Gennaio 2022

Abbraccio mortale

La miglior prova delle radici cristiane dell'Occidente è che il cristianesimo sta subendo la stessa crisi di fiducia dell'Occidente, e viceversa. Per l'uno e per l'altro la salvezza sta dunque fuori, oltre il loro millenario rapporto.

8 Gennaio 2022

Teniamoli a casa

Secondo dati dell'Ufficio Vocazioni della Cei, in Italia ci sono 1804 seminaristi diocesani sparsi in 120 seminari maggiori: in media 15 persone per ogni struttura. Preoccupa lo scarso numero di aspiranti al sacerdozio; e il numero eccessivo di risorse per educarli, invece?

6 Gennaio 2022

Preti d’Italia/12: pachiderma

«La dimensione liturgica occupa un posto pachidermico nella vita del prete. Le parrocchie, in troppo grande maggioranza, sono stazioni di servizio sacramentali in cui la preoccupazione liturgico-catechetica ha peso per alcuni asfissiante». (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb)

5 Gennaio 2022

Preti d’Italia/11: feudali

«A oggi nelle parrocchie il potere è del clero, non si discute; la parrocchia cambierà se i preti vorranno cambiare. La parrocchia è ancora espressione di uno schema feudale. Non si può cambiare nulla se questo dovesse ancora perdurare». (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb).

4 Gennaio 2022

Preti d’Italia/10: alter Christus

«Eppure è bene scendere da quel piedistallo, urgentemente. Non tanto per una questione di razionalizzazione delle scarse forze sacerdotali residue, ma perché è in gioco la vita, la salute e la felicità di tanti presbiteri» (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb).

3 Gennaio 2022

Preti d’Italia/9: la lotta

«Oggi nelle parrocchie che cosa è in atto se non una educata lotta tra parrocchiani delusi e preti smarriti? Il prete è solo contro tanti: ha un potere enorme grazie al diritto canonico sempre dalla sua parte, ma è in inferiorità numerica».(D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb)

2 Gennaio 2022

Preti d’Italia/8: vittime

«Si vagheggia un prete capace di rispondere a tutte le richieste pastorali di una comunità cristiana, che è impigrita, sicuramente viziata. Ma la responsabilità è da ricercare all'interno della compagine ecclesiastica: vittime di se stessi» (D. Cambareri «Contro don Matteo», Edb)

1 Gennaio 2022

Preti d’Italia/7: insostenibile

«Insostenibile. Il profilo clericale disegnato dalla propaganda ecclesiastica e ridefinito a partire dalle attese delle persone ha come conseguenza di imporre sulle spalle del povero prete il fardello dell'ideale della perfezione» (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb).

31 Dicembre 2021

Preti d’Italia/6: angelicati

«Chi diventa parroco riceve un'immagine da fuori che poi sceglie d'interiorizzare o subire. Più si è angelicata questa figura, più la si è allontanata dalla concretezza della vita, più si sono poste le premesse di un disastro esistenziale» (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb)

30 Dicembre 2021

Preti d’Italia/5: amicizia

«C'è una domanda diffusa, sotterranea e timida d'amicizia nei nostri presbitèri. Questo bisogno si dovrà incoraggiare. Probabilmente ci condurrà a una vita di comunione in cui non ci si sentirà minacciati dalla presenza di un altro prete» (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb).

29 Dicembre 2021

Preti d’Italia/4: in solitaria

«Ci si aspetta che un clero formato per essere autosufficiente, per il comando in solitaria, improvvisamente - e un po' kafkianamente - si risvegli pieno di voglia di condivisione, collaborazione e amenità simili. È follia!» (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb).

28 Dicembre 2021

I martiri del Natale

A togliere ogni zucchero al Natale cristiano ci pensa non solo la liturgia, nel giorno dei "Santi Innocenti martiri", ma anche la cronaca: decine di cristiani uccisi in Myanmar dalla giunta militare. Il mistero dell'Incarnazione arriva alla croce (e alla resurrezione).

28 Dicembre 2021

Preti d’Italia/3: maniacalità

«L'acritico amore per il passato è anch'esso sintomo della senescenza della Chiesa, accompagnato da una conseguente paura: quando la fedeltà alla tradizione si tramuta in maniacalità, allora rivela l'impoverimento di una istituzione» (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb).

27 Dicembre 2021

Preti d’Italia/2: pensiero debole

«Dove nasce la crisi del clero? Sicuramente laddove dovrebbe essere nutrito il pensiero: i seminari. Se ci lamentiamo di un'ideologia ecclesiologica fragile è perché c'è un pensiero ormai rachitico (non è solo altrui il "pensiero debole"» (D. Cambareri, «Contro don Matteo», Edb).

26 Dicembre 2021

Preti d’Italia/1: lavorare meglio

«I preti non vogliono lavorare meno, vogliono lavorare meglio». Cosa significa lo scrive don Domenico Cambareri, parroco nel Bolognese, nel libro «Contro don Matteo. Essere preti in Italia» (Edb). In queste vacanze natalizie ne collezioniamo qui alcuni passaggi, come utili perle.

24 Dicembre 2021

Buon Natale a TUTTI

Dicono che Natale non ha senso senza il festeggiato. Dicono. Eppure non è vero: anche chi non crede, o crede altrimenti, in questo giorno di calendario così zuppo di cristianesimo ha qualcosa da imparare. Non per niente gli angeli cantarono pace per tutti «gli uomini che Dio ama»

22 Dicembre 2021

Nel deserto

Primo Natale anche per la nuova cattedrale di Nostra Signora d'Arabia, inaugurata pochi giorni fa in Bahrein; è la più grande chiesa della Penisola arabica. Beh, qualche volta fa piacere persino che ci siano delle «cattedrali nel deserto».

20 Dicembre 2021

La differenza

Einaudi pubblica una «versione non confessionale» della Bibbia, cioè una traduzione il più fedele possibile alla lettera dell'originale, senza (presunte o supposte) infiltrazioni dovute a teoria e prassi delle varie religioni. Sarà interessante vedere le differenze col testo Cei.

18 Dicembre 2021

Allineati e coperti

«Perché nella Chiesa la differenza fa tanta paura? Non si sopporta una comunità che non sia appiattita sul modello delle altre e mostri delle differenze, anche quando queste non minacciano l'unità della fede». Così Enzo Bianchi dal suo osservatorio. E la denuncia fa riflettere.

16 Dicembre 2021

Il comodo dogma

Viene il sospetto che l'attaccamento al dogma, giudicato come sommo criterio di cattolicità, sia spesso un comodo alibi per sentirsi a posto di fronte a ben altre richieste del Vangelo: una reale fraternità, la comunione dei beni, la difesa della giustizia, la scelta della verità

14 Dicembre 2021

Chi è senza peccato

L'arcivescovo di Parigi Aupetit ha detto di essersi «comportato in modo inappropriato» con una donna, in pratica un vecchio flirt per cui il prelato ha dato le dimissioni. Solo perché si tratta di una colpa sessuale? Come se non sapessimo che pure i vescovi sono peccatori...

12 Dicembre 2021

C’è mafia per tutti

È uscito un libro contro la «mafia di San Gallo», gruppo di cardinali progressisti che si riuniva periodicamente nella città svizzera e che sarebbe stato una lobby di potere nella Chiesa. Ammesso che sia così: non è la stessa cosa che fanno tanti altri ecclesiastici reazionari?

10 Dicembre 2021

Cattolici chi?

Ortodossi, cattolici, evangelici: in queste tre autodefinizioni c'è già la pretesa di essere gli unici possessori della "verità". Ma sono nomi da cambiare: la Chiesa sarà degna di chiamarsi ortodossa, cattolica ed evangelica solo quando sarà una.

8 Dicembre 2021

Eretici

Tommaso d'Aquino, Alberto Magno, Bernardo di Chiaravalle, Caterina da Siena: nessuno di loro credeva all'immacolata concezione di Maria, eppure sono diventati santi lo stesso (e alcuni dottori della Chiesa). Oggi chi li seguisse sarebbe addirittura eretico: forse siamo nati tardi

6 Dicembre 2021

Oltre don Camillo

Da don Camillo a don Matteo: l'immagine del prete nell'inconscio degli italiani non si è evoluta molto in 70 anni. Sono figure simpatiche, sempre disponibili, attraenti: certo. Ma anche leader solitari, privi di dubbi, ben poco "sinodali"... Sarebbe ora di girarsi un altro film.

4 Dicembre 2021

Alla radice

Ricordate la polemicona sulle radici cristiane nella costituzione d'Europa, una quindicina d'anni fa? Sembrava non potessimo farne a meno. Beh, ora ci sarebbe occasione di dimostrare quanto siano solide tali radici coi profughi ai confini della Polonia. Ma chi alza la voce?

3 Dicembre 2021

Parigi val bene una cattedra…

Il Papa accetta le dimissioni parigine di Monsignor Aupetit, pare per una 'marachella' relazionale con una donna. I cattotradizionalisti gridano al gomblottoooo plutomassonico. Il fatto è che essere duri con i peccati degli altri e indulgenti con i propri forse non funziona più.

2 Dicembre 2021

L’eccellenza

Le affermazioni del vescovo Carlo Maria Viganò sul virus e sui vaccini dimostrano una cosa che in realtà dovrebbe essere sottintesa sempre: non basta una croce pettorale per essere guide sagge e garantire equilibrio, non basta una consacrazione per diventare eccellenze.

Archivio