Chi siamo

Un laboratorio di confronto

Vino Nuovo – che oggi è un’associazione di promozione sociale – è nata nel 2010 come blog collettivo da un’intuizione: l’idea che in un mondo cattolico italiano, allora parecchio ingessato, potesse essere utile uno spazio aperto a tutti, nel quale proporre con libertà riflessioni ed esperienze sul cammino della Chiesa e dei cattolici in Italia.

In questi anni molte cose sono cambiate: il Pontificato di papa Francesco ha sdoganato alcune parole che all’inizio Vino Nuovo osava pronunciare un po’ controcorrente. Nel frattempo il web si è popolato di tante voci che – scosse da un Papa che spinge sull’acceleratore del cambiamento – hanno scoperto l’importanza del dibattito franco nella Chiesa. Un dibattito che però resta difficile, all’interno di un’opinione pubblica ecclesiale che appare nel migliore dei casi confusa, quando non divisa. Mentre sempre nuovi temi si affacciano e chiedono di essere approfonditi – sia dalla società che dalla Chiesa – se si vuole scegliere quale futuro costruire insieme.

Con il contesto, però, siamo cambiati anche noi di Vino Nuovo. Strada facendo, persone nuove si sono aggiunte, altre hanno preso strade diverse – come è normale che sia in una comunità di persone libere, che svolgono un servizio di animazione culturale del tutto gratuito. Alle voci dei giornalisti che commentano l’attualità della Chiesa e della società italiana, si sono aggiunti gli sguardi di insegnanti, educatori, catechisti, famiglie e giovani, come stimolo ad una vita ordinaria delle nostre comunità che sia sempre più segno di fraternità e sororità. Con papa Francesco abbiamo intuito che il Vangelo ci chiede di cambiare il passo, ma facciamo ancora tanta fatica a muoverci davvero, ingabbiati da formule e abitudini personali e comunitarie che sono ormai più un peso che una risorsa.

Ecco perché nel 2020 siamo diventati associazione: per essere, oltre che luogo di confronto, anche un laboratorio.

 Un posto in cui si prende sul serio l’orizzonte proposto da papa Francesco nell’esortazione apostolica Evangelii Gaudium prima e nella Laudato Siì poi.

Un posto attraverso cui promuovere uno stile di adesione alla fede cristiana basato sulla libertà e la coscienza.

Un posto dove delineare uno stile di vita cristiano in dialogo franco e leale con la contemporaneità, i suoi linguaggi, le sue conquiste, i suoi nodi, i suoi limiti.

Un posto dove promuovere e costruire una comunione ecclesiale che sia veramente un “camminare insieme” (syn-odos) capace di farci uscire noi per primi un po’ diversi.

Un posto dove ci si aiuta a leggere i segni dei tempi, dove guardare con attenzione a tutto ciò che si muove sia dentro che fuori dalle comunità di fede, soprattutto quando ciò costituisce una sfida per le nostre pigrizie quotidiane.

Un luogo, quindi, in cui ci si possa esprimere offrendo le proprie convinzioni personali, senza paura di riconoscere l’errore o la necessità di mettersi in discussione.

 

Aprile 2020