Non sono più schiava di niente
scelto da Luigi Accattoli | 13 settembre 2012
"Oggi io posso dire che sono felice di come stanno andando le cose perché posso lasciare tutto quello che avevo e sentirmi libera, sì io non sono più schiava di niente"
di Margherita Filippini pochi giorni prima di morire per un linfoma, a Reggio Emilia, il 20 luglio 2012

Margherita Filippini muore per un linfoma a 25 anni il 20 luglio 2012 dopo un cammino di preparazione che ha dello straordinario e che lei stessa ha così descritto al sacerdote che l'assisteva, don Matteo Mioni: "Sono fortunata perché ho avuto il tempo di prepararmi a morire. Ho potuto pensare, ho potuto pregare, ho potuto incontrare le persone care, ecco, ho avuto il tempo di prepararmi". Sono parole che meritano di entrare in un'antologia del sentimento cristiano in questo inizio di millennio ma non sono le sole che Margherita ha lasciato a parenti e amici. La sorella Caterina alla messa di addio ha riferito queste altre, forse ancora più straordinarie: "Oggi io posso veramente dire che sono felice di come stanno andando le cose perché posso lasciare tutto quello che avevo e sentirmi libera... sì io mi sento libera, io non sono più schiava di niente, io mi affido, mi affido a Dio!" Margherita aveva preparato con il marito Pietro il rito delle esequie e si era raccomandata: "Non voglio piagnistei". Il marito l'ha accolta sulla porta della chiesa con lo stesso abito del matrimonio che avevano celebrato due anni prima. Per una narrazione più ampia puoi vedere qui.

 

 

Commenta e leggi i commenti per questo articolo


Vedi anche
29/09/2011 Paola Sabena (1942-2002), di Saluzzo - mamma, insegnante e catechista - al marito Giorgio come ultimo saluto e promessa nella malattia
Dopo ci sarò di più
di Luigi Accattoli
28/12/2014 Antonio Spreafico
"Avevo la Sla ma lei mi voleva ancora"
di Luigi Accattoli
06/09/2012 Susanna Bo che così narra il funerale del marito nel libro "La buona battaglia" (Chirico editore, 2012)
Sono felice al tuo funerale
di Luigi Accattoli
02/03/2014 Margherita Antoni
Dio gli dia ora le spiegazioni
di Luigi Accattoli
11/08/2014 Vincenzo Testa
Sei una sposa straordinaria
di Luigi Accattoli

Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Luigi Accattoli

Luigi Accattoli già giornalista della Repubblica (1976-1981) e poi del Corriere della Sera (1981-2008), ora collabora al Corriere della Sera, a Liberal. Scrive per la rivista Il Regno da 37 anni. Modera il blog www.luigiaccattoli.it

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it