Nell'arte
La conversione del Battista
di Gian Carlo Olcuire | 04 dicembre 2015
Quest'opera del Veneziano lo mostra nudo anziché vestito di peli di cammello. Perché c'è sempre una propria conversione personale da vivere, prima di quella da predicare

Battista

San Giovanni Battista nel deserto, Domenico Veneziano, 1445-47
Washington, National Gallery of Art


«La parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati» (Lc 3,6)

 

Mentre san Giovanni Battista è spesso raffigurato con «un vestito di peli di cammello e una cintura di pelle attorno ai fianchi» (Mt 3,4), quest'opera lo mostra nudo, nel momento in cui si è spogliato dell'abito vecchio per indossarne uno povero. Così, anziché pensare che Giovanni fosse un tipo "strano", vediamo in diretta la sua scelta di campo. Una vera e propria conversione personale, prima di andarla a predicare. Lo imiterà, molti secoli dopo, san Francesco: non a caso san Giovanni viene accostato al santo di Assisi nella pala della chiesa fiorentina di S. Lucia de' Magnoli (pala che ora è agli Uffizi), della cui predella fa parte questo dipinto.

Per rappresentare la missione del Battista l'iconografia offre altre figure significative, che hanno dato origine a delle tipologie. Per ora ne citiamo tre: nella prima di queste, san Giovanni indica il Cristo (o la croce o il cielo), a dire che suo (e nostro) compito è di non far mai perdere di vista Gesù. Esempi di questa tipologia sono la scultura nel protiro della Cattedrale di Ferrara e il quadro di Leonardo da Vinci che è al Louvre.

Una seconda modalità lo riproduce accanto a un albero, che ha alla base un'ascia, a ricordare ciò che disse Giovanni a farisei e sadducei sull'urgenza della conversione: «Fate un frutto degno della conversione... Già la scure è posta alla radice degli alberi; perciò ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco» (Mt 3,8-10). Si vedano gli affreschi nella cupola del Battistero di Parma e nella Basilica di Sant'Angelo in Formis, vicino Capua.

In una terza immagine, frequente nell'arte orientale, il precursore è ritratto con un paio di ali, quale "angelo del deserto". Discendente - per parte di madre - di Aronne, che fu portavoce di Mosè, Giovanni è la voce che annuncia Gesù, il soldato messaggero del re, l'angelo che gli spiana la strada. E la sua vita, fatta di castità, di povertà e di preghiera, può dirsi angelica, come viene anche definita la vita dei monaci, di cui Giovanni è il patrono.

 

20/12/2015 00:17 antonella mazzei
Ecce homo! La libertà dell'uomo nudo... la libertà della povertà...la libertà dalla concupiscenza nelle sue varie forme... nudi per essere rivestiti di Cristo...Nulla è impossibile a Dio... Può essere possibile anche nella mia vita? Signore, tu lo sai, a te mi affido... Le immagini diventano preghiera!


Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Gian Carlo Olcuire

Gian Carlo Olcuire è un grafico. Che si sente realizzato quando riesce a far guardare le parole come se fossero immagini e a far leggere le immagini come se fossero parole. Lavora soprattutto per il mondo cattolico ed è appassionato di linguaggi, soprattutto dell'uso (o abuso, disuso, riuso) che se ne fa nel mondo cattolico.

 

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it