Sergio Di Benedetto

15/08/2019 Nella letteratura
L’Assunta: luce che chiama a vincere il dolore
Sappiamo che il dolore c'è, che esiste, che pervicacemente rimane nelle vite degli uomini. Ma oggi, nel centro dell'estate, concediamoci la speranza che ci fa dire con Umberto Saba: «tutto si muove lietamente, come / tutto fosse di esistere felice».

 

È bello che nel mezzo della nostra estate giunga, attesa, la festa dell'Assunta.

È bello perché una festa religiosa, mariana, materna fa da perno al tempo del riposo e dello svago, della tregua e del ritmo lento. L'estate, la bellezza della natura ...

Continua»

Gli altri interventi
07/08/2019
Difendere la parola
Noi uomini del XXI secolo possiamo rassegnarci a questa superficialità imperante, a questa fuga dalla complessità, a questo fastidio dell'argomentare?
04/08/2019 Nella letteratura
Elogio dell'incompiutezza
Di fronte al ricco che si sente onnipotente, che crede di aver raggiunto la sazietà della vita, rimane più umano l'atteggiamento di chi non riesce a portare a termine i compiti prefissati raccontato da Primo Levi
21/07/2019 Nella letteratura
La cura delle relazioni e il commissario Montalbano
Riflettendo sul brano del Vangelo di Luca, in questi giorni in cui molto si è parlato della scomparsa di Andrea Camilleri, mi è venuto in mente una pagina de Il cane di Terracotta
23/06/2019 Nella letteratura
Nel Regno di Dio vige l'economia del dono
La dinamica eucaristica è un puro dono di Gesù, che chiama l'uomo stesso a responsabilità. È un motivo che ritrovo in una poesia di Elena Bono
16/06/2019 Nella letteratura
L'ostinata cura della Trinità divina
Il nostro Dio, Padre, Figlio e Spirito, è un Dio fedele e ostinato. Come il contadino di Contovello, raccontato in una sua poesia da Umberto Saba
11/06/2019
L'estate del Grest dopo il Sinodo dei giovani
In questa esperienza estiva privilegiata di incontro con i giovani sapremo fare tesoro di quanto la Chiesa ha vissuto in due anni abbondanti di percorso sinodale?
09/06/2019 Nella letteratura
L'amore consiste nell'essere reciprocamente necessari
La Pentecoste con le parole di Italo Calvino: «E pensò: ecco, questo modo d'essere è l'amore. E poi: l'umano arriva dove arriva l'amore; non ha confini se non quelli che gli diamo»
15/05/2019
Rimessi in viaggio. Immagini da una Chiesa che verrà
Riflessioni poste come premessa per cercare di raccogliere le idee in vista di qualche reale passo in avanti nel nuovo libro di don Giuliano Zanchi
07/05/2019
Viterbo, Manduria e la società degli adulti evaporati
Da due casi sconcertanti di violenza proposti dalla cronaca in questi giorni alcune riflessioni sull'educare oggi
05/05/2019 Nella letteratura
Dio vuole benedire il nostro quotidiano
Forse siamo tentati, talvolta, di rinchiuderci nel nostro quotidiano, di tornare all'inizio, di sperimentare il limite della mancata creazione della creta. Ma lì può entrare il Risorto
21/04/2019 Nella letteratura
La Pasqua della vita è rimettersi a correre
«Se non altro, fino alla fine non ha camminato» vorrebbe come epitaffio Murakami. Una descrizione che vale anche per la fede nata dal sepolcro vuoto di Gesù
14/04/2019 Nella letteratura
In questa settimana abitiamo il silenzio
Proviamo a dare spazio al silenzio, perché di silenzio abbiamo bisogno, come scriveva Alda Merini in un suo testo che è un invito, un'ammissione e un desiderio
07/04/2019 Nella letteratura
L'adultera perdonata e la ripresa del cammino
Mi piace pensare che Gesù scriva sulla sabbia perché il male che facciamo, se incontra il suo sguardo, è redento e non resiste al soffio del vento. Come ci suggerisce una poesia di Fabio Pusterla
05/04/2019
La Via Crucis nella letteratura
Questa settimana proviamo a percorrere lasciandoci guidare dalle parole degli scrittori e dei poeti il cammino di Gesù lungo il Calvario
31/03/2019 Nella letteratura
La sproporzione per uomini di misura
Il primo passo, forse, sarebbe riconoscere che il perdono costa e che noi, da soli, umanamente, non riusciamo a usarlo in modo totale. È la bellissima lezione che Primo Levi offre in «Vanadio»
24/03/2019 Nella letteratura
Il fico radicato in cielo e la punizione del bene puro
La parabola di Gesù e le parole di Simone Weil sull'idea del castigo: «Non sappiamo più che esso consiste nel fornire del bene. Per noi si limita a infliggere del male»
17/03/2019 Nella letteratura
Pietro e l'eterna tentazione di fuggire la storia
La nostalgia della montagna richiama, eppure c'è una vita da condurre nella storia, non fuori di essa. Come scriveva nella sua poesia «Risveglio» Pierluigi Cappello
10/03/2019
La tentazione che Dio non sia amore
Tra tutte le tentazioni, credo che la peggiore per chi ha fede sia quella dell'indifferenza di Dio. È il dramma che Ferruccio Parazzoli fa vivere al cardinale protagonista di «Missa Solemnis»
17/02/2019 Nella letteratura
Beatitudine è saper dire dei «no» al mondo
Cosa sono le beatitudini se non la rinuncia a essere ragionevoli, cioè a voler misurare tutto con il metro della ragione autoconservatrice e autoassolutoria? Come faceva Bartleby
03/02/2019 Nella letteratura
Un dio quieto «che fa tornare i conti»
Sappiamo quanto corriamo il rischio di diventare piccoli borghesi della fede, che annacquano, addomesticano, narcotizzano, giustificano se stessi, come gli abitanti di Nazareth
29/01/2019
La predica della domenica e il Dio del Vangelo
Perché fatichiamo così tanto ad essere umani e ad accettare l'umano che è negli altri, e quindi che è in noi?
20/01/2019 Nella letteratura
Se il nostro Dio non conosce «la sera del dì di festa»
Al contrario della promessa che tratteggia Leopardi a Cana di Galilea noi vediamo all'opera un Dio che prolunga la festa oltre i limiti, che condivide il vino oltre la sua fine
06/01/2019 Nella letteratura
Epifania, celebrazione del dono
C'è un gesto che emerge nel racconto del viaggio dei Magi e del loro arrivo presso il Bambino Gesù. Lo stesso che Borges celebra nella sua «Poesia dei doni»
25/12/2018 Nella letteratura
Di che colore è il nostro Natale?
Nasce il Cristo, e il suo Natale può essere bianco. Ma può anche essere rosso, che è il colore sia del sangue, sia dell'amore. Ne aveva coscienza il poeta svizzero Giorgio Orelli
08/12/2018 Nella letteratura
L'arpa dell'Immacolata, il Regno e i martiri d'Algeria
La solennità di oggi si intreccia alla beatificazione dei 19 martiri dell'Algeria. Per questa rileggiamo una poesia dedicata all'Immacolata che il rumeno Ioan Ploscaru (1911-1998), vescovo di Lugoj, compose durante tredici anni di prigionia
05/12/2018
Cronaca e storia per una generazione senza passato
Una generazione smarrita, che ignorando anche i fatti gravi di cronaca in ambito sociale, si offre in balia delle Sirene del consumismo, come può trovare alberi maestri a cui legarsi?
24/11/2018
Il grano, la zizzania e la mensa delle suore
Nella Varese del 2018, l'incarnazione della parabola.E mi torna alla mente una frase di Ferruccio Parazzoli: «Non sorprenderti dei miracoli, sia di quelli che avvengono, sia di quelli che non avvengono»
18/11/2018 Nella letteratura
Un giorno Cristo tornerà, con forza ma anche con dolcezza
Andare incontro a Cristo, compimento della storia, con la dolce speranza che ci donano i versi della poetessa Margherita Guidacci, che canta un'intimità cercata e ritrovata
28/10/2018 Nella letteratura
Volere la luce o preferire la nebbia?
Il Vangelo di oggi ci invita a chiedere occhi nuovi per vedere la luce. Ma noi sappiamo osare come Bartimeo, o preferiamo abbassare lo sguardo nella nebbia, come cantava Pascoli in una sua celebre poesia?
06/10/2018
Dal Sinodo una prima parola chiave: ascolto
Sarebbe bello, già nelle piccole comunità sparse nel mondo, fare del Sinodo uno stile e dell'ascolto una prassi
07/09/2018 L'Instrumentum Laboris/2
Accompagnare, perché Samuele ascolti ancora Dio
L'«Instrumentum Laboris» del Sinodo dei giovani mette bene in evidenza alcuni punti che rappresentano uno scarto rispetto alla modalità più nota di «direzione spirituale»
01/09/2018
Un Sinodo da annullare? No, da osare
Gesù disse «lasciate che i pargoli vengano a me, e non glielo impedite», e non disse «lasciate che i vescovi vengano a me». Con buona pace dell'arcivescovo di Philadelphia
26/08/2018 Nella letteratura
Silone, don Orione e la nostalgia delle «parole di vita eterna»
«Aveva il dono di rendersi coetaneo con chiunque parlasse» diceva lo scrittore ricordando il sacerdote ogi riconosciuto come un santo che da adolescente lo aveva accolto
24/08/2018
Il Magnificat di papa Luciani
"Tu sei grandissimo, Signore, io, di fronte a te, piccolissimo. Non mi vergogno di dirlo. E farò volentieri quello che mi chiedi. Tanto più che non chiedi per prendere, ma per dare, non chiedi a vantaggio tuo, ma nell'interesse mio"
15/08/2018 Nella letteratura
Maria, l'umiltà innalzata
Per noi, viandanti nell'oggi, la meta ci ricorda che è nel piccolo, nell'umile, nello sguardo dell'infanzia che si trova il riconoscimento di Dio, come annotava Bernanos
05/08/2018
40 anni senza Paolo VI e la grazia di amare il Papa
Nell'anniversario della sua morte proviamo a riascoltare le parole sincere e tenerissime con cui Montini si rivolse, a braccio, a un gruppo di fedeli di Anagni nel 1966
04/08/2018
Perché i giovani sono in cammino?
Dieci parole per accompagnare chi da mille strade a piedi in questi giorni cammina verso Roma per l'incontro con il Papa nell'anno del Sinodo
22/07/2018 Nella letteratura
La compassione del pastore e Giovannino Guareschi
Don Camillo di Guareschi: un sacerdote che, come Gesù nel Vangelo di oggi, è capace di provare compassione per le «pecore senza pastore».
13/07/2018
E se applicassimo il 'metodo Mentana' alle nostre comunità?
Il direttore del Tg di La7 ha lanciato l'idea di un giornale on line in cui i sessantenni lasciano spazio davvero ai giovani giornalisti. Un'idea che - mutatis mutandis - vale anche in ambito ecclesiale
06/07/2018
Oratorio estivo: prove del Sinodo che verrà
Cari ragazzi, a fine mese non restituire le chiavi delle nostre comunità. Tenetele, per favore. Tenetele, e sentitevi in diritto di usarle
29/06/2018
Il 'Credo di Paolo VI', un servizio alla verità
Fu un grande atto di servizio alla verità, non alla sincerità. Forse talvolta ci vergogniamo della verità della nostra fede e abbracciamo la sincerità al posto della verità
09/06/2018 L'intervista
Io e il discernimento
Marta, 25 anni: «Confrontarsi con persone che non la pensano come te è difficile all'inizio ma dopo può far nascere grandi amicizie legate all'essenziale»
20/05/2018 Nella letteratura
Pentecoste: ricominciare, di nuovo
«Saremo altri, e punto per punto riedificheremo il guasto che ora imputiamo a voi», scriveva Giorgio Caproni
09/05/2018
Il Requiem di Luzi per Aldo Moro
Quando il grande poeta fiorentino scrisse: «Muore ignominiosamente la repubblica. Ignominiosamente si azzuffano i suoi orfani, si sbranano ignominiosamente tra di loro i suoi sciacalli»
06/05/2018 Nella letteratura
«Dare la vita per i propri amici» al modo di Gesù, al modo di Primo Levi
Tra le tante pagine letterarie che trattano i rapporti tra amici c'è un bellissimo passo di Primo Levi in cui racconta la sua amicizia con Alberto nel campo di sterminio di Auschwitz.
25/04/2018
Il 25 aprile dei «ribelli per amore»
Oggi, in un momento in cui l'amore per la polis vede una profonda crisi, in cui l'Italia si dibatte tra speranze e tensioni, tra emigrazioni di giovani e lotte tra poveri, troviamo un momento per recitare la preghiera dei 'ribelli per amore', composta durante gli anni della guerra da Teresio Olivelli
15/04/2018 Nella letteratura
La tavola del Risorto e la tavola del Manzoni
Come i discepoli che provarono «una grande gioia», così la tavola dell'amicizia e dell'ospitalità, che si apre al povero, allo sfortunato, a chi è solo, come una necessaria componente (eucaristica) del pasto, dona «sollievo» alle pene di Lucia. È la pace del quotidiano, la serenità del gesto semplice
14/04/2018 L'intervista
«Io e gli adulti nel mio cammino di fede»
Quale accompagnamento sperimenta un giovane oggi nella Chiesa da parte di chi ha qualche anno più di lui? La testimonianza di Alessio
01/04/2018 Nella letteratura
Pasqua è un Regno di comunione
L’annuncio della gioia di Pasqua acquista valore solo è fondato sulla relazione e sulla comunione, come intuisce anche uno scrittore non credente come Emmanuel Carrère.
Sergio Di Benedetto
Sergio Di Benedetto, classe 1983, dottore di ricerca in Letteratura Italiana all'Università della Svizzera Italiana di Lugano, è insegnante di lettere e ricercatore in materie letterarie. Da anni collaboratore in realtà ecclesiali e scolastiche, scrive drammaturgie di carattere sacro e civile per una compagnia di attori professionisti, la Compagnia Exire. Ha coordinato diversi laboratori teatrali con adolescenti, per aiutare i ragazzi a crescere attraverso il teatro.
leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it