Gilberto Borghi

17/10/2017
Il tossicodipendente
Devo aver assunto dosi massicce di una sostanza pericolosa. Perché nessuno penserebbe sul serio di intendere una croce come "una buona etichetta"...

Anche io pensavo di poter dire: "Smetto quando voglio". Ma, come molti altri, mi sono dovuto ricredere: è la sostanza che mi gestisce, non io che gestisco lei. L'ho visto ultimamente, quando a fronte di situazioni dure che sto attraversando, mi sono ritrovato a "farmi" giornalmente, anche più volte, discrete dosi di Vangelo. Tanto che l'altro giorno ho deciso che non posso ...

Continua»

Gli altri interventi
04/10/2017
La grazia e i correttori fraterni del Papa
Non riesco a togliermi dalla testa che queste voci contro Francesco forse sono buone. Non tanto per quello che dicono, ma per quello che ci costringono a pensare
03/07/2017
La tua vita non era senza scopo
Non condivido le conclusioni dell’articolo della dott. sa Alessandra Rigoli sulla vicenda di Charlie Gard, ma ha il pregio di offrire ragionamenti concreti e competenti, che raramente ho trovato in giro su questioni così delicate.
28/06/2017
Il Vangelo e l'audience
Riflettendo su una lettera di un missionario al New York Times e sulle emozioni belle che faticano a fare notizia
22/06/2017
Terrorismo e trascendenza
Il terrorismo islamico ci fa così tanta paura perché è incomprensibile per una cultura europea laica e immanente che tende a escludere l'irrazionalità del male dalla realtà, pretendendo un dominio compiuto dell'uomo sul mondo
22/05/2017
La legge, i valori e il pugnale dei sikh
Che cosa dice davvero la sentenza della Cassazione di qualche giorno fa. E perché non è giusto dire che il tribunale ha sentenziato che «gli immigrati devono conformarsi ai valori del Paese ospitante»
17/05/2017
Quei miracoli al posto della carne
Più volte mi sono imbattuto in ragazzi che sono molto più disponibili a credere ai libri di Brosio su Medjugorje, che non alla resurrezione di Gesù
11/05/2017 SECONDO BANCO
Amoris Laetitia e le invenzioni di Francesco
«Una delle cose che mi ha sempre tenuto lontano dalla Chiesa è l'idea che per voi il bene sia oggettivo e la coscienza della persona conti nulla, al di là delle parole ufficiali. Forse Francesco ha inventato qualcosa di nuovo...»
03/05/2017
I silenzi di Francesco
Per tre volte Francesco, nel difficile rapporto con parti della gerarchia e del governo ecclesiale, aveva la possibilità di calare un "asso" per vincere una mano nella partita "politico-teologica" in atto, ma non lo ha fatto. Ha preferito il silenzio. Come mai?
24/04/2017 SECONDO BANCO
«L'Italia è cattiva»
«Prof, mettere al mondo un figlio qui è quasi come condannarlo ad essere depresso e infelice. L'Italia è già cattiva con noi, figuriamoci con i nostri figli...»
18/04/2017
Quando il Vangelo parla davvero
Il racconto di un'esperienza vissuta in una missione in Africa. Per capire che cosa vuol dire che annuncio, vita di fede e sua conservazione, sono la stessa cosa
10/04/2017
L'Egitto e le nostre palme
Le palme insanguinate degli egiziani non sono un'eccezione. Ci vengono a ricordare che non si può essere cristiani da "solo un euro", a rischio zero
28/03/2017
Dove può arrivare una benedizione a scuola
La sentenza di Bolgona è un invito a smettere di pretendere che gli altri rispettino la mia scala di valori, e (a rovescio) a non sentirsi colpiti quando gli altri pretendono che io rispetti la loro
22/03/2017 SECONDO BANCO
«Io ho un'esperienza diversa»
La questione non è se sono stranieri o no. Qui la questione è se una persona che si trova nel bisogno è solo capace di provare a fregarci o se il suo bisogno lo spinge ad accorgersi maggiormente di noi
28/02/2017
Dj Fabo e il corpo da ritrovare davvero
Se c'è una cosa di cui la logica e la razionalità faticano a "scolpire" la verità è proprio la morte, e ciò che abita nei suoi dintorni
30/01/2017 Giorno per giorno
Quattro nodi per ripensare la formazione dei preti
Solida armonia umana, riconnessione con la comunità, teologia della gratuità e competenza relazionale
24/01/2017
Il principio di «non contraddizione della tradizione»
«Non c'è evoluzione laddove c'è contraddizione» dice il cardinale Caffarra motivando i «dubia» espressi su «Amoris Laetitia». Ma nella storia del magistero della Chiesa è davvero così?
16/01/2017
Pontelangorino e la ricerca (banale) di un perché
Quando non si riconosce valore alle persone, ai ragazzi che realmente popolano le nostre case, le nostre scuole, le nostre Chiese, nessun altro valore può crescere
19/12/2016
La differenza sul terremoto
Ancora un prete! Ancora la ricerca di un senso legato a Dio! Ma quanta differenza... Pensieri su una testimonianza in tv di don Luigi Maria Epicoco
30/11/2016
Sulle rigidità poco liquide
Lo scontro nella Chiesa tra buonisti e giustizialisti non è altro che l'esito, in ambito cattolico, della post modernità più corrosiva e disumana. E mostra come entrambe le posizioni siano figlie della postmodernità e lavorino non per il Vangelo, ma per la cultura dominante
21/11/2016
Sui «dubia» dei quattro cardinali
Il nodo vero di tutta la discussione intorno ad «Amoris Laetita» è la risposta che diamo a questa domanda: come offrire al peccatore la via per uscire dal suo peccato?
31/10/2016
In ginocchio con Norcia
Permettici di tornare ad inginocchiarci per renderti grazie, perché oggi tu ci hai messo in ginocchio oltre ogni nostro volere
28/10/2016 SECONDO BANCO
Le domande di Liuba
«Ma davvero l'amore esiste?», «Ma ci si può davvero fidare di un altro?», «Si può capire se uno ti ama davvero?»
30/09/2016 SECONDO BANCO
«Ma il paradiso è gratis o lo devi guadagnare?»
Essere post-cristiani implica, per un educatore, non dare mai per scontato che quello che loro dicono di sapere del cristianesimo sia effettivamente ciò che il cristianesimo afferma
02/09/2016
«Adesso chi mi prende sulle spalle?»
«Prego, prego, ma ho la sensazione che anche Dio se ne sia andato. Non lo sento, non ne vedo le tracce»
26/08/2016
Ma non basta il silenzio
"Quando le fondamenta sono scosse" il giusto si lascia scuotere e non smette di invocare Dio. Accetta di vivere le domande anche senza risposte
04/08/2016
Le macchine, la Chiesa e l'etica
È una grazia che a volte le macchine sbaglino, cioè continuino a portare dentro di sé la traccia dell'imperfezione, imprecisione e non standardizzazione umana che le ha create. E non solo loro...
28/07/2016
La fabbrica dei lupi solitari
La rabbia, il rancore e l'odio nascono prima che i giovani aspiranti terroristi abbiano a che fare con l'Isis. E siamo sicuri che sia solo un caso che cresca proprio in una società dove tutto e tutti hanno un prezzo?
14/07/2016
Quello che alcuni teologi non capiscono di Amoris Laetitia
Per aiutare una persona ad arrivare ad un amore ordinato, si deve privilegiare, per prima cosa, la riconquista dell'amore o dell'ordine?
07/07/2016
Perché se ne vanno?
Non sono le crisi, ma la mancanza della percezione di essere amati gratuitamente per ciò che si è a spingere i Millennials oggi ad allontanarsi da Dio
03/07/2016
Pensieri dopo Dacca
Il senso delle religioni secondo il Vangelo, non è quello di dimostrare chi vincerà nella gara della ricerca della verità. Ma è quello di lavorare per scomparire quando tutti gli uomini avranno conosciuto Dio
02/06/2016 SECONDO BANCO
«Che cosa farai l'anno prossimo?»
Generazione apatica, maleducata, aggressiva. Sì certo! Ma ci sono anche quelle che inaspettatamente, non si sa come, sono capaci di fare un atto di fiducia nella vita, in sé stesse, nel futuro
27/05/2016 SECONDO BANCO
Ecco perché non lascio la scuola
«Credo che nessuno di voi abbia davvero voglia di accontentarsi, ma non tutti trovano chi glielo sa far vedere»
29/04/2016
Quello strano libro sull'omosessualità
Philippe Arino: «Quello che suggerirei alle persone credenti e agli ecclesiastici è superare, nei dibattiti sull'omosessualità, l'idealismo, per confrontarsi con la sofferenza e sporcarsi le mani»
21/04/2016
Le forme cattoliche della concupiscenza
Di solito la concupiscenza è connessa al solo campo sessuale, così come la teologia da parecchi secoli ci ha abituato a fare. Ma se andiamo il significato originario della parola questa «bulimia della vita» può assumere anche tante altre forme
31/03/2016 SECONDO BANCO
Dio e i cioccolatini
«Chi è in grado di conoscere Dio sa apprezzare l'idea del cioccolato, senza doverne per forza usufruirne. Arriva alla fine della sua vita e spesso, il cioccolatino scopre di avercelo in tasca, forse senza neanche averlo chiesto»
10/03/2016 SECONDO BANCO
I poveri sono terribili
Fanno pagare a noi la rabbia prodotta da altri. E così ci stanano dalla nostra falsa e ipocrita carità, quella che vuole lavarsi la coscienza senza cambiare vita
18/02/2016 SECONDO BANCO
Non nominare il nome di Dio invano
«Prof. ma le pare davvero sensato che un Dio che può fare tutto e se ne frega di una famiglia che sta male perché il babbo muore a quarant'anni per un tumore?»
26/01/2016 SECONDO BANCO
Il registro elettronico
Ma perché scuola e famiglia dovrebbero scambiarsi informazioni dirette e quotidiane sull'andamento scolastico dei figli, comunicando in questo modo?
11/01/2016
Socci, le religioni e don Giussani
Stracciandosi le vesti per il video del Papa sulla preghiera per il dialogo tra le religioni si dimentica non solo Nostra Aetate, ma persino il Gius...
08/01/2016
La carne di Roberto
Quel corpo abituato a ecstasy, acidi, cocaina a un certo punto gli fa sentire che qualcos'altro si fa strada. E oggi è «in uscita» davvero, forse proprio perché pescato fuori dal recinto
21/12/2015
Haffid abitava a Pontoglio
Quel giorno di Natale del 2015 non capiva perché tutti se ne fossero andati, «cominciando dai più vecchi fino agli ultimi (Gv 8,9)»
01/12/2015 SECONDO BANCO
«Pulito non ci arriva nessuno»
L'ex alunno Andrea e la sua massima: «Se vuoi riuscire a fare qualcosa che davvero ti piace, devi trovare il modo di fregare»
23/11/2015
Ma l'eros nel documento del Sinodo dov'è?
L'analizzatore lessicale dice che nel testo sembra totalmente assente la parola innamoramento. E l'imperativo etico prevale comunque sulle parole dell'affetto
26/10/2015 SECONDO BANCO
«Questo è fuori dal mondo»
Su un post - scoperto dai miei studenti - in cui un sacerdote disquisice su «la linea che trasforma le carezze in immorali in un fidanzamento»
07/10/2015 SECONDO BANCO
La classe difficile
Mi è venuta in mente la lettra agli Ebrei: «Doveva rendersi in tutto simile ai fratelli, per diventare un sommo sacerdote misericordioso e fedele»
10/09/2015
Le radici cristiane dell'Europa
«A quel punto però una domanda le attraversa il cuore: ma io sono davvero felice? E se fosse la volta buona che do credito alla voglia di amare senza se e senza ma?»
27/07/2015
Il giovane post-secolarizzato
Nuovi numeri sul calo di interesse dei giovani per la religione. Ma le letture alla John Lennon non è affatto detto che interpretino davvero la realtà...
13/07/2015
Il vino migliore (in vacanza)
Come sarebbe bello se i vescovi che al Sinodo in ottobre parleranno ancora della famiglia passassero qualche giorno sulle spiagge...
22/06/2015
Tre domande sul gender
Ripartire dal riconoscersi maschio e femmina vuol dire fare i conti sul serio con il corpo. Cosa che non vedo in tante risposte alla cosiddetta «ideologia gender»
Gilberto Borghi

Sono nato a Faenza all'inizio degli anni 60, ho cercato di fare il prete, ma poi ho capito che non era affar mio. E dopo ho studiato troppo, forse per capirmi e ritrovarmi. Prima Teologia, poi Filosofia, poi Psicopedagogia e poi Pedagogia Clinica... (ognuno ha i suoi demoni!). Insegno Religione, faccio il Formatore per la cooperativa educativa Kaleidos e il Pedagogista Clinico.... Lavoro per fare stare meglio le persone, finché si può... In questo sito provo a raccontare cosa succede nelle mie classi e a offrire qualche riflessione. E da qui è nato il libro pubblicato nel 2013 dal titolo: "Un Dio inutile".

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it