Gilberto Borghi

14/05/2019 SECONDO BANCO
Sulle regole
«Prof, ma se le regole devono tener conto delle situazioni concrete allora è come non ci fossero»

«E allora a cosa serve rispettare le regole???"». Lo avevo visto da un po' che stava "friggendo" su questo punto. Sbuffi, occhiate, espressioni di disaccordo. Poi non l'ha più tenuta, Giulio, ed è sbottato. La classe si è zittita e lo ha guardato stupito.

La questione era nata sulla pena di morte. Avevo chiesto alla classe se la decisione di uno ...

Continua»

Gli altri interventi
30/04/2019 SECONDO BANCO
«Potrebbe dirmi cos'è la resurrezione di Gesù?»
Quest'anno mi sono permesso di fare un piccolissimo sondaggio all'uscita delle Messe tra alcuni fedeli intervistandone complessivamente una dozzina
15/04/2019 SECONDO BANCO
In classe dopo Verona
«Ma prof. non è più semplice e normale riconoscere che l'omosessualità è un dato naturale, che ci si nasce?»
27/03/2019
Che cosa ci insegna il Nobel dei professori
Il messaggio di Peter Tabichi, il francescano del Kenya premiato come il miglior insegnante del mondo, si può riassumere così: contro l'ignoranza e la povertà, cambia la tua vita, per cambiare quella degli altri
11/03/2019
L'ecclesiologia del caso Barbarin
Dalla vicenda per cui è stato condannato l'arcivescovo di Lione emerge una concezione di Chiesa malata, in cui l'essere "corpo mistico" arriva a sacrificare il singolo membro, per il bene di tutto il corpo
27/02/2019
L'abissale distanza
Di fronte al fenomeno dell'abbandono della fede non serve continuare a chiedere agli altri di cambiare, sia dentro che fuori la Chiesa
12/02/2019
Le parole della fede secondo Müller
Che cosa rivela un'analisi lessicale del «Manifesto della fede» diffuso in questi giorni dall'ex prefetto della Congregazione per la dottrina della fede?
28/01/2019
Cattolici, conflitti e gerarchie
La domanda seria su cui dovremmo allora chiedere alla gerarchia una dichiarazione è: nella nostra epoca qual è l'accentuazione della fede e dell'amore che più rende possibile riconoscere tra noi l'essenziale del cristianesimo?
14/01/2019
Nostalgia di Alcatraz
«L'omogeneità è sempre e soltanto un'utopia. Dio, invece, si rivela sempre strappando i segni che pure, come in passato il velo del tempio, designano già la sua venuta. Non c'è mistero in un mondo omogeneo»
06/12/2018
Ingannevole come l'amore
Da Manfredonia un esempio di come i laici possano avere spazi impensabili nell'evangelizzazione a partire dalla vita di coppia
27/11/2018 SECONDO BANCO
Il posto migliore
Per quanto ci diamo da fare per realizzare ciò che vogliamo, saremo felici se riuseremo ad accettare che il Mistero si rilevi tra le nostre righe storte e ci mostri invece un filo di senso molto dritto
23/10/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/12
La buona notizia sul peccato
Al di là di ogni nostra fatica a crederlo, Dio si fida davvero della libertà dell'uomo, molto di più di quanto non facciamo noi stessi
25/09/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/11
Il giudizio: un incontro d'amore
«Quando finalmente sarò davanti a Lui è come se Lui mi domandasse dolcemente: allora Laura, che facciamo di questa storia?, buttiamo via tutto?, roviniamo tutto?, o accetti per sempre questo amore immenso che sento per te?"
11/09/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/10
Il giudizio
Qualche anno fa, spinto dalle critiche dei miei studenti, mi sono andato a rileggere i numeri del Catechismo della Chiesa Cattolica relativi al giudizio finale. Con mia sorpresa mi sono accorto che non viene mai detto esplicitamente che sia Dio a condannare le persone
29/08/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/9
Senso di colpa e senso di peccato
Nel tempo della frammentazione e della solitudine sociale, dell'individualismo autodistruttivo, sostenuto da un perfezionismo onnipotente, è urgente testimoniare il senso del peccato. Non il senso di colpa
22/08/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/8
Il perdono e la penitenza
Ciò che smuove il peccatore dalla sua durezza e rende possibile il pentimento, non è l'angoscia dell'essere colpevoli, ma la bellezza di poter essere ancora amati, e perciò capaci di amore, nonostante il peccato
16/08/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato / 7
Il merito
Non amo per meritare qualcosa, fosse anche la salvezza, ma amo senza volere nulla in cambio
07/08/2018
Sulla radice biblica del no alla pena di morte
Nella scelta di papa Francesco ciò che conta è l'ancoraggio alla dignità di ogni persona. Risposta forte allo sguardo sull'uomo della tecnocrazia
03/08/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato / 6
L'altro volto della redenzione
Dio vuole recuperare il bene in tutte le sue forme, tutto il bene, anche quello pervertito dal male
01/08/2018
Su male e misericordia nella vicenda di don Glaentzer
Con quale luce potrebbe vedere il suo male, se dentro di sé non c'è alcuna luce?
25/07/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/5
La redenzione e i modi di guardare alla Croce
Sull'immagine di Dio che - portata fino in fondo - la logica dell'«espiazione» e del «debito da pagare» ci pongono davanti
20/07/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/4
Dio e il male
Quando Dio scaccia l'uomo dal giardino dell'Eden agisce per evitare che metta le mani anche sull'albero della vita. È un gesto protettivo, non punitivo: mette l'uomo nella condizione di nuocere un po' meno a sé stesso e agli altri
16/07/2018
Ma il problema è l'ancoraggio alla legge naturale
Humanae Vitae dice la verità sul principio etico generale che presiede alla sessualità. Ma se la base teorica con cui lo si legge resta quella dichiarata, non riusciremo a salvare una sessualità umana e integrale
12/07/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/3
La differenza di Dio di fronte al male
Visto dalla parte di Dio il peccato, ben lungi dal rompere la relazione con le sue creature, stimola Dio a mettere ancora più attenzione sul peccatore, a guardarlo ancora di più con gli occhi dell'amore
03/07/2018 Nuovo piccolo catechismo sul peccato/2
Quando nasce il peccato?
Nel celebre racconto di Adamo ed Eva e dell'albero, narrato in Genesi 3, la coppia tenta di prendere Dio per sé, senza aspettare che sia Lui a donarsi
25/06/2018
Un nuovo piccolo catechismo sul peccato
Parole come peccato, male, redenzione, castigo, merito, giudizio... possono essere rilette mettendo al centro davvero la misericordia di Dio?
21/06/2018
Ma l'America è lontana...
Sulla mobilitazione che ha portato Trump a modificare il decreto inumano che separava alla frontiera i figli degli immigrati
06/06/2018
La cura
Davvero nella nostra società l'organizzazione cerca il bene di quell'essere umano ben preciso, che ha un nome e un cognome?
15/05/2018 Dopo il 4 marzo/5
Gli artigiani
Quelli che anche in politica continuano a essere uomini tra gli altri, tenendo come unico riferimento la regola d'oro evangelica: fai agli altri ciò che vorresti fosse fatto a te
01/05/2018 Dopo il 4 marzo/4
I neointegralisti
Non ci sono molti spazi per l'incertezza, il dubbio, l'ambivalenza. Forse per questo il tono emotivo di fondo sembra essere quello della grinta, della rabbia mista alla speranza
23/04/2018 Audaci e creativi
Evangelizzare fino alle lacrime
Nella Scuola di Sant'Andres ogni persona è "immersa" nella fede dalla testa ai piedi e se ne fa attraversare muovendo cuore, istinto e ragione al tempo stesso
16/04/2018 Dopo il 4 marzo/3
Gli spaesati
Cattolici e politica: quelli secondo cui il cambiamento epocale c'è, ma è anche molto evidente che sia irrimediabilmente negativo
27/03/2018 Dopo il 4 marzo/2
Apocalittici, tecnetici e cosmopoliti: i «nuovi» cattolici in politica
Più che su destra o sinistra credo che oggi sia più efficace un altro criterio di lettura: la reazione dei vari gruppi e movimenti al cambiamento, al passaggio dalla modernità alla post-modernità
19/03/2018
Sui cattolici in politica dopo il 4 marzo 2018
Ben prima di dare giudizi affrettati su che cosa sia o non sia cattolico, oggi in politica, sarebbe cosa buona cercare di capire le varie reazioni cattoliche al cambiamento in atto
13/03/2018
Uscire si può: al «Binario 5»
A Cesena volontari, psicologi, e consacrate, attorno agli orari classici di partenze e arrivo degli studenti, li incontrano nelle strade della zona stazione. Per ri-condividere un Bene ricevuto
26/02/2018 SECONDO BANCO
L'ideona di Trump
E se anche in Italia decidessimo di armare gli insegnati che succederebbe? Mi immagino già la circolare prontamente predisposta dalla segreteria...
13/02/2018 SECONDO BANCO
Essere almeno uomini
In classe la discussione sui fatti di Macerata degenera in uno scontro. Così finiamo a parlare di che cos'è la democrazia
31/01/2018 SECONDO BANCO
L'amore che non si può dire
«Il male si può dire tranquillamente. L'amore no, non si può esternare». Mi capita sempre più spesso di sentire quest'idea tra i miei ragazzi
05/12/2017 SECONDO BANCO
I talenti in classe
«Non è mica giusto essere giudicati solo perché altri hanno fatto meglio di noi». Giusto. E la parabola riletta con loro arriva molto più lontano
30/10/2017 SECONDO BANCO
I ciechi, l'elefante e la Chiesa
«Prof. lei insegna Religione cattolica. Un cattolico pensa di avere la verità. Che ruolo occupa un cattolico in questa storia dei ciechi e dell'elefante?»
17/10/2017
Il tossicodipendente
Devo aver assunto dosi massicce di una sostanza pericolosa. Perché nessuno penserebbe sul serio di intendere una croce come "una buona etichetta"...
04/10/2017
La grazia e i correttori fraterni del Papa
Non riesco a togliermi dalla testa che queste voci contro Francesco forse sono buone. Non tanto per quello che dicono, ma per quello che ci costringono a pensare
03/07/2017
La tua vita non era senza scopo
Non condivido le conclusioni dell’articolo della dott. sa Alessandra Rigoli sulla vicenda di Charlie Gard, ma ha il pregio di offrire ragionamenti concreti e competenti, che raramente ho trovato in giro su questioni così delicate.
28/06/2017
Il Vangelo e l'audience
Riflettendo su una lettera di un missionario al New York Times e sulle emozioni belle che faticano a fare notizia
22/06/2017
Terrorismo e trascendenza
Il terrorismo islamico ci fa così tanta paura perché è incomprensibile per una cultura europea laica e immanente che tende a escludere l'irrazionalità del male dalla realtà, pretendendo un dominio compiuto dell'uomo sul mondo
22/05/2017
La legge, i valori e il pugnale dei sikh
Che cosa dice davvero la sentenza della Cassazione di qualche giorno fa. E perché non è giusto dire che il tribunale ha sentenziato che «gli immigrati devono conformarsi ai valori del Paese ospitante»
17/05/2017
Quei miracoli al posto della carne
Più volte mi sono imbattuto in ragazzi che sono molto più disponibili a credere ai libri di Brosio su Medjugorje, che non alla resurrezione di Gesù
11/05/2017 SECONDO BANCO
Amoris Laetitia e le invenzioni di Francesco
«Una delle cose che mi ha sempre tenuto lontano dalla Chiesa è l'idea che per voi il bene sia oggettivo e la coscienza della persona conti nulla, al di là delle parole ufficiali. Forse Francesco ha inventato qualcosa di nuovo...»
03/05/2017
I silenzi di Francesco
Per tre volte Francesco, nel difficile rapporto con parti della gerarchia e del governo ecclesiale, aveva la possibilità di calare un "asso" per vincere una mano nella partita "politico-teologica" in atto, ma non lo ha fatto. Ha preferito il silenzio. Come mai?
24/04/2017 SECONDO BANCO
«L'Italia è cattiva»
«Prof, mettere al mondo un figlio qui è quasi come condannarlo ad essere depresso e infelice. L'Italia è già cattiva con noi, figuriamoci con i nostri figli...»
Gilberto Borghi

Sono nato a Faenza all'inizio degli anni 60, ho cercato di fare il prete, ma poi ho capito che non era affar mio. E dopo ho studiato troppo, forse per capirmi e ritrovarmi. Prima Teologia, poi Filosofia, poi Psicopedagogia e poi Pedagogia Clinica... (ognuno ha i suoi demoni!). Insegno Religione, faccio il Formatore per la cooperativa educativa Kaleidos e il Pedagogista Clinico.... Lavoro per fare stare meglio le persone, finché si può... In questo sito provo a raccontare cosa succede nelle mie classi e a offrire qualche riflessione. E da qui è nato il libro pubblicato nel 2013 dal titolo: "Un Dio inutile".

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it