Quello che ci sta a cuore
di Lorenzo M. | 20 settembre 2012

Steccanella 4 - Beretta 75.
E' il numero di commenti che risultano a tuttora agli ultimi due articoli.
Con Peppino De Filippo oserei ripetere "ho detto tutto".
Sembra che ogni due per tre nelle nostre parrocchie si accenda un dibattito sul "nulla salus extra Ecclesia", oppure sul modo di celebrare la messa (con Paolo VI o con San Pio V), chi è più cattolico di chi... insomma sui temi che infiammano Vino Nuovo.
La mia esperienza in una cittadina del Sud è ben diversa.
I giornalisti fanno i giornalisti, talvolta ci propongono uno spaccato interessante della realtà, talvolta ci aprono gli occhi su situazioni che ci erano sfuggite, talvolta la sparano grossa. E' il loro mestiere: non sono teologi, non sono Pastori della Chiesa, sono giornalisti.
Noi lettori abbiamo l'opportunità di dire la nostra. Bene. Ma, salvo che non lo si dichiari in maniera esplicita, devo pensare che neanche i lettori sono teologi o Pastori della Chiesa.
I nostri principali interessi (sottointeso "da laici") dovrebbero essere la testimonianza del Vangelo in famiglia e negli altri ambienti che frequentiamo quotidianamente: la vita buona del Vangelo.
Lo so benissimo: ogni tanto ci capita di chiacchierare con qualche amico (vogliamo chiamarlo "non praticante", oppure "laicista") che tira fuori qualche tema piccante: il Papa così, Ruini colà, i preti così, laicità dello stato, Eluana Englaro, i divorziati,.... i soliti temi che infiammano Vino Nuovo. Lo so che il nostro dovere è quello di dire una buona parola, carità nella verità. Più o meno tutti cerchiamo di farlo.
Talvolta, con qualche amico "di chiesa" la discussione si infiamma sulle solite cose di chiesa, potete immaginare quali siano.
E dopo?
Ma voi ne avete figli, piccoli o preadolescenti?
Volete dirmi che i temi che infiammano le discussioni su Vino Nuovo sono quelli decisivi per trasmettere la fede ai nostri piccoli???
Forse, ripeto forse, possono appassionare qualche giovane, ... e, ammesso che qualche giovane si appassioni, non sono certo che si stia appassionando al nucleo centrale della vita cristiana: ascolto, fede e sequela.
Oppure, quando vi rincorrete negli interventi, state pensando ad una Chiesa di soli adulti, in cui la trasmissione della fede di generazione in generazione è rimpiazzata da proposte per soli adulti: Tizio riusciremo a (ri)catturarlo con la Messa di San Pio V, Caio riusciremo a (ri)catturarlo con un'esperienza di volontariato, Sempronio riusciremo a (ri)catturarlo in un'esperienza associativa o di movimento....
Lo so che tutto si tiene insieme (il Magistero del Papa e dei Vescovi, i piani pastorali, la vita delle parrocchie) ma continuo a pensare che i laici cristiani, ordinariamente, nella stragrande maggioranza, dovrebbero appassionarsi un filino meno alla dogmatica e un filino in più alle pastorale familiare, alla catechesi, ai modelli educativi nelle nostre comunità parrocchiali. Oppure alla politica fatta per davvero, non solo discussa sulle grandi opzioni.
Dunque quanto mi piacerebbe un punteggio ribaltato: Steccanella 75 - Beretta 4.
Ma forse ho sbagliato blog: io, ex catechista, insegnante di matematica, con due figli, ho beccato il forum della commissione teologica centrale per il confronto tra conservatori e progressisti.
Mi sono espresso in maniera approssimativa, non resistendo alla tentazione della battuta e del paradosso, ma spero di aver reso l'idea. Non posso abusare oltre della pazienza di Admin e dei lettori: nella lunghezza dello scritto ci sarà sicuramente qualche errore, qualche omissione, o qualche ripetizione, dunque mi ritiro in buon ordine, sperando almeno di non essere incorso in qualche eresia: i censori di Vino Nuovo non perdonano, il Signore spero di si ;)
Era, ovviamente, un'ultima battuta. Perdonatemi e mi perdoni il Signore per averlo nominato forse a sproposito. Lui sa quanto ho a cuore che i miei figli lo conoscano, lo amino e lo seguano da grandi, come cerchiamo di fare mia moglie ed io.
L'amaro in bocca, purtroppo, rimane.

Commenta e leggi i commenti per questo articolo


Vedi anche
10/05/2015
Cinque anni di Vino Nuovo
di Vino Nuovo
03/02/2013
«Io vescovo e Vino Nuovo»
di Alessandro Plotti
28/06/2019 I libri di Vino Nuovo
Gli adolescenti mi hanno salvato
di Sergio Di Benedetto - Sergio Ventura
31/12/2013
Un anno col filtro di Vino Nuovo
di Diego Andreatta
31/12/2014
Un altro anno con Vino Nuovo
di Diego Andreatta
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it