Luigi Accattoli

Luigi Accattoli già giornalista della Repubblica (1976-1981) e poi del Corriere della Sera (1981-2008), ora collabora al Corriere della Sera, a Liberal. Scrive per la rivista Il Regno da 37 anni. Modera il blog www.luigiaccattoli.it

leggi gli articoli »
La libreria di VinoNuovo
In cammino verso la libertà
Il Vangelo secondo i Beatles

in collaborazione con


vedi la libreria»

Favole e mamme in ambulatorio
scelto da Luigi Accattoli | 09 dicembre 2011
«Perché non viene una volta al mese col bambino e racconta alle altre mamme e ai loro figli una favola?»
di Dario Vergassola nella prefazione al volume del pediatra Andrea Satta "Ci sarà una volta. Favole e mamme in ambulatorio" (Infinito edizioni 2011)

"Una mamma straniera portando il figlio dal dottore confessa di non avere amici e neanche il piccolo bimbo africano aveva compagni italiani per giocare. Il medico, che era un brav'uomo, disse alla mamma: 'Perché non viene una volta al mese col bambino e racconta alle altre mamme e ai loro figli una favola?' Fu così che tutti i lunedì del mese dal dottore ci furono un sacco di mamme con i bimbi che si raccontavano favole in tutte le lingue. Questo servì per farli conoscere tra di loro, i bimbi trovarono nuovi amici ma, soprattutto, non ebbero più paura dei medici italiani": così Dario Vergassola nella prefazione al volume di Andrea Satta - scrittore e pediatra della periferia romana - "Ci sarà una volta", con disegni di Sergio Staino e un'introduzione di Moni Ovadia che dice: "Non sappiamo più raccontare, ma se con l'aiuto della fantasia dei nostri bimbi riafferriamo il filo della narrazione forse possiamo salvare la nostra comunità umana da devastanti pericoli". Mi ritrovo nell'idea lanciata da questo libretto che costa 12€ e i cui proventi sono destinati al Centro pediatrico di Emergency nel campo profughi Mayo, in Sudan. Ho sempre sostenuto che la prima accoglienza verso gli stranieri è quella di parlare loro e di invitarli a parlare.

 

Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore.
www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi
un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Web Design www.horizondesign.it