Chi glielo dice?
di Stefania Falsini | 15 marzo 2011
Storia di una mamma e di certi messaggi che per colpa di tanti «comportamenti innocenti» non arrivano più al cuore ai nostri figli piccoli

Chi glielo dice a mio figlio che quando avrà 14 anni non potrà uscire quattro sere a settimana per mangiare la pizza con gli amici, che ogni tanto è giusto fermarsi, magari riposare un po', regalarsi un tempo di noia da riempire con pensieri liberi?

Chi glielo dice che il silenzio non fa paura, anzi ci aiuta ad ascoltare noi stessi?

Che è meglio rimanere in piedi per la forza interiore e per l'equilibrio conquistati a fatica nel tempo e non per forza centrifuga, che ogni tanto bisognerà anche rompersi le palle a fare i compiti.

Forse glielo diranno le maestre della scuola materna dove si organizzano quasi tutti i giorni feste di ogni sorta senza soluzione di continuità all'insegna del magna magna e del non so nemmeno che si festeggia ma l'importante è fare casino.

Oppure glielo diranno le zelanti mammine dei suoi compagni di classe che mi inondano la casella postale con mail in cui fanno a gara su chi porta cosa per le povere creature che non sia mai non mangiano.

Chi glielo dice che non è giusto né sano non toccare nulla del pasto che viene servito a mensa perché si ha la pancia piena di patatine, succhi di frutta e merendine? Glielo dovrebbero dire le mammine di cui sopra che indicono riunioni perché qualcuno verifichi che il cibo della mensa è veramente biologico.

Io vorrei dirgli che festeggiare il compleanno di un amichetto è un modo per dire che sei felice che lui sia nato, che sei felice di averlo conosciuto. Che la tua vita non sarebbe la stessa senza di lui.

Io vorrei dirgli che c'è un tempo di ordinarietà e che ci sono momenti di solennità, che le cose belle si celebrano con cura e attenzione, che le feste segnano i fatti importanti della vita.

Io vorrei dirgli che fare un regalo per un amico non è mamma che mette una quota nel mucchio ma è chiedersi cosa gli potrebbe fare piacere oppure come potremmo sorprenderlo.

Io glielo dico.

Non so se la mia voce riuscirà ad arrivare alle sue orecchie nonostante il frastuono.
Ma io glielo dico.

Commenta e leggi i commenti per questo articolo


Vedi anche
13/12/2011
«State tranquilli»
di Stefania Falsini
09/09/2011
Piccoli Buddha crescono
di Stefania Falsini
22/01/2013 DIARIO DI UNA CATECHISTA
«Che cosa vuol dire separati?»
di Assunta Steccanella
12/09/2012
Preghiera di una mamma il primo giorno di scuola
di Shannon Lowe
26/06/2015
La famiglia, la scuola e i ragazzi da incontrare davvero
di Sergio Ventura

Versione stampabile
Scrivi a Vino Nuovo





Stefania Falsini

Ho 35 anni, sono nata e vivo a Roma. Sono laureata in Economia e Commercio e lavoro in una compagnia di assicurazioni. Dal 2004 sono sposata con Alessandro, siamo genitori di Samuele, che oggi ha quasi 5 anni. Tra i miei interessi la psicologia e la spiritualità della coppia e della famiglia. Scrivo su un mio Blog personale che si chiama Perdindirindina e contribuisco, insieme ad alcuni amici, al blog Motividifamiglia. Tra i miei progetti imminenti: frequentare il corso triennale di formazione per consulenti familiari presso il Centro La Famiglia di Roma.

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it