Fantaecclesia/10
L'eminenza nel tombino
di Fabio Colagrande | 18 maggio 2019
Ballata tragicomica in rima in cui si narra di porporati, sigilli, palazzi e contatori, poveracci, indignati e rigidi censori

 

 

Don Corrado il cardinale si è calato nel tombino
Per ridare la corrente al malato ed al bambino

Sulla rete i praticanti già si stracciano le vesti:
Porporato criminale, che la polizia l'arresti!

E su Faccialibro monta la più santa indignazione:
Non è un principe di Chiesa, ma piuttosto un gran ladrone!

Ora paghi gli arretrati, gli s'intesti la bolletta!
Se ne torni in Vaticano a girar con la vespetta!

Sua Eminenza non s'impicci, torni a dire l'omelia
Lui comanda in Vaticano, ma qui l'Urbe è roba mia

Ma a quel popolo devoto, così attento alla morale,
Dell'anziano e del bambino, assai poco gliene cale

Poveraccio senza casa, né lavoro e dignità?
Se lo lascio al buio è meglio, di nascosto creperà

 

21/05/2019 11:24 Paola
Andava un po' di fretta
Il cardinale in lambretta
E scordato si fu
Di pagar la bolletta
Orsù!

Si calò veloce nella botola oscura
E luce fu, senza paura

Per quei bimbi son tutti festosi
Ma qualcuno già storce i nasi

Per rassicurar i permalosi
Ci pensan già i più valorosi

Don Corrado pagherà,
Questa volta di nascosto lo farà!



20/05/2019 19:35 Sara
https://www.corriere.it/cronache/19_maggio_13/maestro-rave-musica-classica-plaude-l-elemosiniere-papa-dio-c-e-02ff84b8-7565-11e9-ab5b-6e5ae3374c33.shtm

Aggiungo questo che è molto carino: Enrico Melozzi (riconosciuto da una foto) è il direttore di orchestra che ha accompagnato Achille Lauro a Sanremo: un matto insieme ad altri matti, tutti simpaticissimi tra l'altro.

Forse si possono pensare tante cose a strati: tipo figo il collettivo che fa musica negli scantinati, però cavolo, non ci sono uscite di sicurezza, non c'è la luce, tutti vivono come sugli alberi le foglie, forse non è uno stile di vita tanto esportabile...



20/05/2019 10:46 Dario Busolini
Come spesso accade, purtroppo, anche questa vicenda viene presa come spunto per sparare giudizi e pregiudizi opposti evitando accuratamente di entrare nel merito del problema: 1) il Cardinale ha oggettivamente violato la legge (e forse anche rischiato di restare fulminato) nel ripristinare la corrente elettrica che era stata staccata quindi è corretto che venga sanzionato. 2) Gli occupanti, buoni e/o cattivi che siano, erano e sono di fatto costretti a non pagare la luce perché se il palazzo da loro occupato aveva un'utenza aziendale, nessuna compagnia elettrica di sua iniziativa può trasformarla in utenze per abitazioni senza l'esibizione di un titolo di proprietà o di affitto regolari. Se gli occupanti disponessero di un' utenza elettrica avrebbero già un titolo legittimo di possesso dello stabile occupato e quindi non sarebbero più occupanti ma normali inquilini. 3) Ne viene che le autorità pubbliche o sono in grado di tutelare il diritto di proprietà e risolvere i problemi sociali trasferendo altrove gli occupanti oppure non lo sono, e in quest'ultimo caso è ragionevole pensare che si debbano cambiare le norme per far sì che chi occupa almeno paghi e mantenga in buon ordine quel che utilizza abusivamente. 4) Da noi, invece, è costume non assumersi tali responsabilità e lasciare le cose come stanno fino a che qualcosa o qualcuno (non di rado una tragedia) attira l'attenzione della cronaca. E da questo punto di vista il Cardinale ha fatto bene a illuminare la situazione.


19/05/2019 20:45 Sara
Io non ho scritto che aumentano ho scritto che le proteste sono scattate per questo motivo.
Se n'è parlato a lungo e la protesta e' durata un mese. Esiste un mondo fuori da vino nuovo.

È un periodo dove c'è un forte ribollire di risentimento che non è nemmeno facile inquadrare in quanto trasversale spesso rispetto ai soliti schieramenti.

Per cui: vincerà Greta? In America molti operai della Rust Belt hanno votato Trump proprio contro certe politiche ambientali che secondo loro finivano per penalizzarli.

Chi vivrà vedrà.



19/05/2019 20:32 Pietro Buttiglione
Il ragionamento logico e razionale sarebbe stato:
Siccome i Verdi aumentano il prezzo del diesel..
Visto che questo è FALSO, non ti pare che ti FAKE news ce ne siano già abbastanza?
A dire il vero a me basterebbe, come ho già scritto più volte, che non cambiassi continuamente discorso...



19/05/2019 19:30 Sara
La protesta dei gilet gialli è nata in seguito all'introduzione di una tassa ecologica (sul diesel).
È una tassa corretta in sé perché punta all'abbandono di veicoli inquinanti ma nell'immediato colpisce alcune categorie rispetto ad altre, ad esempio il piccolo agricoltore delle campagne rispetto al parigino che va in metropolitana.

Ogni protesta è una storia a sé.



19/05/2019 17:47 Pietro Buttiglione
@Sara&C
Documentarsi prima di sparare, no?
https://it.wikipedia.org/wiki/Europa_Ecologia_I_Verdi
Cosa cincentrano i gilet?
PS
Da quando in qua x discutere di migranti dovremmo pubblicare la azioni buone personali?
Che caduta di stile😭



19/05/2019 15:37 Sara
"Gira e rigira attorno a quello che era giusto fare, è stato giusto staccare la corrente elettrica a un palazzo pieno di gente? Come mai non si è intervenuto a intervenire mettendo quei cittadini in grado di rifondere il dovuto per quanto consumato?"


Si ma gli inquilini dello stabile pare siano costretti a pagare il pizzo per ritrovarsi in questa situazione per cui forse si dovrebbe ripristinare un minimo di legalità, compreso il rispetto delle più elementari norme di sicurezza (attività commerciali incluse) altrimenti è una forma di mafia come un'altra.


https://www.lastampa.it/2014/11/27/vaticaninsider/scola-fa-visita-al-quartiere-delle-case-occupate-1MZu97weXg4jB0zjg7iQ9K/pagina.html

A Milano era intervenuto anche Scola ricordo, il problema esiste, fosse per me poi metterei la casa nei servizi essenziali (infatti come ho raccontato ho permesso ad almeno 3 famiglie di affittuari di rimanere gratis in un appartamento di mia proprietà).

Rimanere senza alloggio è terribile però non c'è alcun motivo per cui uno stato moderno non debba provvedere in modo giusto e razionale, altrimenti è un passo indietro non uno in avanti.



19/05/2019 15:26 Francesca Vittoria
Dai a Cesare quello che è di Cesare, e a Dio quello che è di Dio. Il Cardinale ha fatto prima il secondo, come dargli torto visto l'abito che porta, del resto ha fatto anche la parte civile che Cesare non aveva fatto, disatteso segno di giustizia e mi viene anche di dire che il Monsignore userebbe comunque soldi dei cittadini, quelli offerti per la Carità ai poveri. Gira e rigira attorno a quello che era giusto fare, è stato giusto staccare la corrente elettrica a un palazzo pieno di gente? Come mai non si è intervenuto a intervenire mettendo quei cittadini in grado di rifondere il dovuto per quanto consumato? Per esempio per andare incontro alla povertà l'Azienda poteva chiedere servigi lavorativi ai consumatori debitori, non soldi che non avrebbero potuto dare oppure la stessa Azienda prima di"staccare" non poteva rivolgersi a qualche Ufficio a segnalare la morosità? Sono domande che il comune cittadino si pone , ma sono stata spettatrice di una cittadina che mentre faceva acquisti di Bibbia, agitata inviperita,insisteva sul "brutto gesto", è ancora "che brutto gesto, e gfatto dal cardinale! E si attendeva risposta, dal povero cassiere. Una altra opinione che qui si sente condivisa. Purtroppo, sono fatti incresciosi dovuti a tante sacche di povertà che vengono trascurate perché, così sembra, le risorse monetarie sono tiranneggiate da più esigenze, e da scelte prioritarie oggetto di contestazione. Ora il cittadino è coinvolto in un discorso più ampio e ha molta importanza se "condividere assoggettandoci a una personale rinuncia o far perdurare un clima di contestazione anche tra cittadini che sono per dare priorità a un progetto rispetto a quello di un altro. Questo è una risposta che l'Europa chiama a dare risposta.
Francesca Vittoria



19/05/2019 14:23 Sara
le politiche verdi sono stataliste infatti, vedi la protesta dei gilet gialli all'aumentare delle accise sul carburante.


Morale: è impossibile tenere insieme giustizia sociale e fare come cacchio ci pare...qualcuno lo dica alla corte pontificia attuale.



19/05/2019 13:57 Pit Bum
La mia previsione: non si spacca nessuna Europa! I populisti perdono e vincono i Verdi, vince Greta! E sono europeisti convinti.


19/05/2019 10:00 Sara
Se si vuole trovare un accordo si trova il modo, se invece si vuole alimentare lo scontro davanti a noi ci sono praterie sterminate.

Vale per entrambe le parti e devi anche imparare a portare a casa il risultato.
Se ti si spacca l'Europa (con tutte le sue gloriose istituzioni democratiche) sotto i piedi voglio vedere la carità evangelica che ti ritroverai...



19/05/2019 09:50 Pit Bum
Anche il cercare motivi x attaccare un atto di "amore"... Poco cristiano?
Mi basta quell'aggettivo:
Molto populista.



19/05/2019 09:22 Sara
Più che altro, al di là delle intenzioni sicuramente meritevoli, il messaggio che passa è che in Italia nel 2019 l'unico modo per avere giustizia è farsela da soli, perché nemmeno la città di Roma e un cardinale di Santa Romana Chiesa non sono in grado di trovare una soluzione che non contempli il rispetto delle norme comuni.


Per il Papa è ormai evidente che la legge, le regole e le istituzioni non solo quelle della Chiesa ma anche quelle laicissime di una democrazia occidentale avanzata sono un ostacolo, sono ingiuste, non caritatevoli, e non evangeliche.
Di default. Questo approccio alimenta la sfiducia dei cittadini in un momento dove la fiducia nei confronti della democrazia è già sotto zero.



19/05/2019 08:32 Paola
Stiamo vivendo una spaccatura senza precedenti nella nostra società e ovviamente anche nella Chiesa.
Credo che chi può, farebbe bene ad usare il buon senso per evitare di alimentare ulteriormente tale problema.
Sono sicura della buona fede del cardinale, ma in un momento come questo avrebbe, a mio parere, al fine di evitare inutili attacchi, fatto bene ad accompagnare subito quel gesto cristiano e di coscienza a quello legale, pagando gli arretrati che erano stati la causa del distacco della luce. Il cardinale non poteva non sapere che in un simile momento in Italia, tutto questo avrebbe creato polemiche, si dice che abbia dato già tanti soldi e aiuti, a maggior ragione doveva farlo ora, a quel punto anche i famosi legalisti sarebbero stati zitti ed avrebbero imparato la carità.



18/05/2019 22:10 Mauro Antonio Calo'
Avvertimento a tutti i Cristiani in Italia.
Già qualche anno fa scrissi a Christian Albini che il vero nemico della Lega , allora nazionalista Padana, ora fintamente italiana era la Chiesa Cattolica e il Papa. Lo scopo é di arrivare a fondare un altra chiesa fondata sull’odio, scismatica, che divida gli uomini tra di loro e da Dio, strumento di potere per gestire il potere. I fatti mi stanno dando purtroppo ragione. La Signora Maria come sappiamo ormai da tempo sta dalla parte di chi brandisce il Rosario contro i poveri , Lei è prima missionaria di questa nuova chiesa fondata sull’odio. E non sull’ Amore e la tenerezza come insegna il Vangelo di Gesù Cristo, proprio verso i poveri e gli sconfitti, i perdenti di ogni epoca.
Attenzione.



18/05/2019 21:37 salvo coco
E la sig.ra Maria da che parte sta ? Non certo dalla parte del Vangelo. Perchè se oggi venisse Gesù Cristo a fare quello che ha fatto il card. Krajewski, la sig.ra Maria direbbe che è un buonista, che è un furbasto, o addirittura che è un comunista ! Ecco da che parte sta a sig.ra Maria.


18/05/2019 18:38 pit bum
Io i soldi a lui non li do!
Anche se lui di soldi non ne ha..
Darli a Tarzan? Ma come fa??
Soldi, soldi, soldi..
darli all'Islam, a Muhammad?
Sì glieli do: prima gli Italia's
Ma Ma Ma Ma Mariaaa
sto cuore come ce l'ha?
Magari è a stelle e strisce?
Oppure uno spaccato di Crociato?
Sai che ti dico? Io a te non li do'!
Niente soldi a nessuno
Così siamo tutti più ricchi e contenti..

(( Ma quel faccione ha dato € o 💔?



18/05/2019 18:33 Francesca Vittoria
Una ,pasquinata? Forse non fa più sorridere per tanto di quel che accade e che ha dell'incredibile. Un sacerdote sente gente lamentarsi perché in uno stabile non c'è luce, gli abitanti ne hanno necessità,, Lui non resiste a farli aspettare di istruire una pratica, si ferma, entra e aziona il pulsante. Tutti felici festeggiano la luce! Una insegnante viene sottoposta a provvedimento disciplinare, 15 gg. Di sospensione dall'insegnamento., e questo per non aver controllato il lavoro di allievi che in occasione della "giornata della memoria" avevano presentato un video che accostava la promulgazione delle leggi razziali al Decreto sicurezza del ministro dell'Interno. Questi due casi sollevano perplessità per il cittadino comune. Il sacerdote che interviene a soccorrere gente che chiede aiuto, si può paragonare al vigile del fuoco, a un infermiere anche fuori servizio, che prestano soccorso di primo intervento, ! L'insegnante così subitaneamente sanzionata, senza neppure porre tempo a leggere il suo curriculum, sembra cosa d'altro sentire che quello democratico; se poi ci rapportiamo al matodi di insegnamento in Istituti di altri Paesi , così incentrati sul pensiero espresso liberamente, sul confronto di idee, semplicemente fa stupire la sanzione inflitta, demoralizzante. E non importa che tutti e due i fatti si risolvano con opportune spiegazioni, perché sono tempi critici per la politica. Si tratta di coscienza, questa entra in causa, ci si domanda se esista ancora una coscienza morale, non mi riferisco a quella cristiana perche è evidente che è assente, semplicemente un qualsiasi sentire umano, come dare un bicchiere d'acqua a uno che muore di sete, o allungare un braccio per salvare chi sta annegando! Se poi la stampa in prima pagina ci riporta che un Paese, la Spagna, si offre a restaurare un quartiere di Napoli in degrado tale non solo dei palazzi, ma anche chi vi abita , una zona dove l'abbandono scolastico raggiunge il 34o/o!. Ci si domanda come non arrossire dopo che apriamo gallerie, musei d'arte, scuole di eccellenza, laboratori di ricerca, si sovvenzionano lanci spaziali.......e qui in una delle più cantate città del nostro avanzato Paese, ancora c'è chi è lasciato solo, trascurato, ancora si chiudono gli occhi, o come il Santo Padre dice, ci si volta da un'altra parte. D'accordo, esiste la gente povera dappertutto, ma non dove si va a parlare di democrazia. Per questo offende anche il comune cittadino , che per quanto afferisce a leggi si invochi giustizia, ma la persona che soffre per ingiustizia non sollevi normale pietà
......qui le passioni politiche esplodono violente e la lotta è dura ma gli uomini rimangono sempre uomini e qui accadono cose che non possono accadere da nessun'altra parte". Giovannino Guareschi lo penserebbe anche del nostro oggi?
Francesca Vittoria



18/05/2019 17:08 Maria
Poi si scopre anzi si sa
Che lo.stabile e'okkupato
Da il Tarzan poverino
Che non e' proprio un bambino
Grandi soldi da anni fa
Con rave party e ristorante.

Ma quei soldi non li danno
Per pagare le bollette
Poverini gli occupanti!
Cosi presi come sono dalla birra
E i ristoranti, dalle feste
E dallo sballo!
Tarzan si'che ci sa fare
Occupare guadagnare
Non pagare bisbocciare..
Poi ci pensa il cardinale
Coi i soldi di chi fesso
Paga casa , luce e gas
E lavora onestamente.

Viva viva il disonesto,
E all'onesto un bel gestaccio
Pure i preti ormai stanno
Dalla parte dei furbastri!



Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Fabio Colagrande

Fabio Colagrande, nato a Roma a metà dei favolosi anni Sessanta, lavora da vent'anni alla Radio Vaticana come giornalista e conduttore di programmi in diretta. Collabora con L'Osservatore Romano e altre testate cattoliche. Per alcuni anni, ai microfoni di Radio Due, si è occupato di cultura e intrattenimento.

Autore, regista e attore di teatro, per diletto, nel 1995 ha fondato una compagnia tuttora sulla breccia. Felicemente sposato, ha due figli, che spera mettano su un gruppo rock e lo facciano cantare, ogni tanto. Cura un blog personale intitolato L'anticamera del cervello.

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it