LO SCATTO
Il terzo della Trasfigurazione
di Giulia Stellin | 17 marzo 2019
Con Giacomo ci siamo noi, nella nostra misera normalità e umanità, ma anche a noi, nonostante questo, è data la possibilità di salire su quel monte

 

«Prese con sé Pietro, Giovanni e Giacomo e salì sul monte a pregare» ( Lc 9,38)

Quel giorno Gesù non porta con sé tutti i discepoli, non tutti arrivano in cima al monte per assistere alla sua trasfigurazione; ma fra i tre discepoli presenti, accanto a Giovanni, il discepolo che Egli amava, e a Pietro, futura base della Chiesa, c'è Giacomo che sembra essere lì quasi per caso, poco conosciuto fra i dodici, mai menzionato per qualcosa in particolare.

Con Giacomo ci siamo noi, nella nostra misera normalità e umanità, ma anche a noi, nonostante questo, è data la possibilità di salire su quel monte, fidandoci e mettendoci in cammino, per giungere alla rivelazione. Ecco allora che ci viene fatto l'invito, in questa seconda domenica di Quaresima, a metterci in cammino per rinnovare il nostro cuore e riportarlo a colui che è "Figlio mio, l'eletto" perché possa dare sapore alla nostra vita.  

 

Giulia Stellin, 22 anni, da Gonars (UD), è studentessa di Pedagogia a Mestre

17/03/2019 11:46 Francesca Vittoria
Intanto ad esseretrasfigurato oggi è questo mondo, così precipitato nell'immondizia da un uomo che anziché elevarsi, guardare a quell'esempio mandato da Dio, è stato da un suo simile crocifisso,allora, allontanato oggi. Bello lassù sul Tabor,dove entro la Basilica in fondo sta una bellissima immagine di Cristi che ricevendo luce alla entrata tutta la figura riceve un effetto luce particolare come da descrizione. Cosa si fa qui, giù da quel luogo, niente si direbbe, visto la foschia da inquinamento che viceversa avvolge noi frutto di quanto non si è fatto per salire con lui, osservando il suo Vangelo,anzi on tutto che navighiamo con orgoglio in altri mondi a dimostrazione del livello di progresso raggiunto,sotto i nostri piedi calpestiamo una natura sfruttata dall'ingordigia del possedere, cercando sempre l'oro anche di tanti colori,nero petrolio, azzurro gas, concimando territori con bombe idrogeno, riempendo 'etere di oggetti vagante è tutto questo senza pensare che un bel giorno ci troviamo a dover chiudere le finestre perché l'aria stessaedannosaalla salute. Questo è successo da quando abbiamo non ascoltato a scienza alla voce stessa di ricercatori, e la fede in quei ammonimenti e del Vangelo e di quei Comandamentiche tanto fanno sorridere alla scettica intelligenza di crede soltanto in se stesso. Qui però si pensa di parlare tra cristiani, ma se lo siamo dobbiamo davvero metterci in cammino, invertendo la rotta che così come adesso appare scivolare verso un baratro.La Misericordia viene invocata molto giustamente dopo che del pianeta terra a noi consegnato perché desse frutti degni da offrire al suo creatore,ne abbiamo fatto una fogna con uomin chesi strappano ciò che ha valore in denaro, come di Cristo si sono strappate le vesti. lui però è risorto mentre invece l'uomo che non intende ricredersi si perde nella fogna dei suoi desideri. Si preghiamo che venga concessa abbondante misericordia quella che solo un Amore grande ha saputo dimostrarci e a illuminare le menti di vera saggezza, gli animi di umiltà e le menti a riconoscerci peccatori e debitori e intenzionati a rimediare con opere buone.
Francesca Vittoria
A gretta superiorità



Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it