LO SCATTO
Seguire la stella per trovare Gesù
di Sara Sorrentino d'Affitto | 06 gennaio 2019
Perché i Magi partono da così lontano per trovare Gesù, mentre chi gli sta più vicino, cioè tutti gli abitanti di Gerusalemme, restano turbati alla notizia?

 

"Ed ecco, la stella, che avevano visto spuntare, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino. Al vedere la stella, provarono una gioia grandissima" (Mt 2,9-10)

La fede è un viaggio che dura tutta la vita. L'obiettivo del così detto "buon cristiano" dovrebbe essere lo stesso dei Magi: mettersi in cammino per trovare Gesù. Qualcuno allora potrebbe dire: "Ma non è giusto: loro hanno seguito una stella, facile così!". Vero, è molto facile trovare il Signore, venuto sulla Terra così piccolo seguendo la luce di un corpo celeste tanto grande! Io però mi sono interrogata su un fatto curioso: Dio manda a tutti noi delle "stelle", Lui non ci lascia mai soli, Lui vuole farsi trovare. Perché i Magi partono da così lontano per trovare Gesù, mentre chi gli sta più vicino, cioè tutti gli abitanti di Gerusalemme, restano turbati alla notizia? Non erano forse capaci anche loro di alzare gli occhi al cielo e vedere la stella? Dio non aveva forse inviato loro dei segnali per trovarLo? Quindi anche i "buoni cristiani" non sono mai senza guida, il vero problema sta nel guardare il cielo del proprio cuore e nel trovare la stella. Poi sarà lei ad indicarci la strada.

Sara Sorrentino d'Afflitto, è una studentessa all'ultimo anno del liceo classico Torricelli di Faenza (Ra)

 

 

07/01/2019 16:46 Francesca Vittoria
Per esempio. La cronaca odierna informa che c'è una barca in mezzo al mare con emigranti a bordo che nessuno vuole perché non sarebbe l'ultima, infatti 45 persone non si vedono se approdanoinualche Paese. Si dà la colpa a scafisti illegali che trasportano delinquenza che andrebbe ad aggiungersi a quella che c'è già. Non è vero, sono gente che vuole trovare dove vivere meglio. Al loro posto uno farebbe lo stesso, viene di dire. È' però questi hanno pagatogli scafisti e cosa dire di quelli che soldi non hanno e vivono fin dove le gambe li hanno portati? E quegli accampamenti messia disposizione sembrano lager a tempo indeterminato. Quindi il problema non è da paragonare a quello della famiglia di Nazareth, coinvolge migliaia di esseri umani, il problema dunque va trattato da tutto quel continente che i migranti vedono come la terra promessa dalla pubblicità, la libertà da tradizioni restrittive anche, dove magari è più facile aspirare a un lavoro che si desidera e opportunità di futuro diverso. La Signora Cancelliera di Germania, sembra abbia detto, di aver fatto un errore a dimenticare l'Africa,( letto su un quotidiani). E Frau Merkel troverebbe più persone a condividere l'idea che ci dovrebbe essere l'impegno di richiamare i Governi dei Paesi di provenienza acessare quelle guerre in corso continuativo e attorno a un tavolo richiamarliasedarelecontese e al dovere di provvedere per il benessere dei loro cittadini, eventualmente con il supporto di adeguato aiuto, Non solo il cittadino tedesco o italiano tiene alla propria storia e tradizione ma ogni popolo indipendentemente dalla razza , ogni uno ha nelcuorela propria famiglia e appartenenza come è esempio da quella Santa, e ci possono essere caso è motivazioni plausibili per cercare rifugio in tal caso è inumano non salvare la vita in pericolo.Ma certamente è indispensabile si affronti il problema di popolazioni che sono fuggitive....è doveroso farlo anche perché certi territori sono stati a suo tempo scoperti dall'Europa e pertanto sono ben conosciuti. Non è possibile e mi sembra ingiusto scegliere chi ospitare e trascurare tutti gli altri. Si parla molto di chi possiede di più in progresso , scoperte interstellari, e si indossano Boots su persone umane che hanno fame e sete di giustizia, che vorrebbero avere solo il necessario per vivere in pace con la dignita cui un essere umano ha diritto ad essere riconosciuta da un suo simile
FrancescaVittoria



06/01/2019 01:28 Francesca Vittoria
È' da 2018 anni ,dalla Sua nascita che noi sappiamo Gesù vicino, sempre presente , a Betlemme va gente da tutto il mondo, proprio come i Re Magi; ,la stella che guida oggi le genti vicine lontane a cercarlo a conoscerlo ad adorarlo non lo cercano più a Betlemme ma lo hanno nel cuore, nella mente, lo vedono nelle persone da amare, ricevono il suo dono , la sua presenza è nel cuore di chi lo ha accolto. La Sua Chiesa è una stella , oggi se proprio gli vogliamo far visita , per Lui sono stati costruiti templi , semplici cappelle in ogni luogo della terra e se si scava anche nelle profondità fino a raggiungere il suo tempo. Tante sono le stelle che raggiungono il cuore dell'uomo a cominciare dalla stella Maria, ogni figlio ha una madre , dalla quale ricevere amore. Poi chi guida i passi educativi, come ha fatto la Famiglia sua portandolo al Tempio, figlio dell'altissimo Lui ma per suo mezzo anche noi oggi. Non possiamo dire di non sapere di chi si festeggia il Natale ricordato ogni anno , anche se per sentito dire, ma è Lui il dono per eccellenza, è tutto il mondo oggi sa. Ma, come allora, non tutti desiderano conoscerlo, invidiano la sua potenza e grandezza , un potere che nessun umano può eguagliare, donare....la vita eterna. Il suo amore è stato donato per essere donato, per costituire il suo regno anche in terra tra uomini, invece cosa si vede? Guerre per impossessarsi di maggiori beni in una lotta continua a superarsi coltivando sentimenti erodiani, anche a costo di vite umane. Il Bene, la Luce l'abbiamo vicina, dobbiamo soltanto volerla vedere e. Seguire dove porta
Francesca Vittoria



Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it