LO SCATTO
«Vi saranno segni...»
di Susanna M. De Candia | 02 dicembre 2018
Con un'immagine e uno sguardo giovane dentro il Vangelo di oggi: «L'attesa richiederà attenzione e impegno, ma soprattutto predisposizione del cuore alla novità»

Facendo seguito al percorso «Sogni e visioni», che ci ha accompagnato nei mesi preparatori al Sinodo appena conclusosi, e volendo far maturare qualche frutto nato dal nostro lavoro con i giovani, vogliamo dare la parola proprio ai giovani, perché ci aiutino ad ascoltare la Parola. Così, per le prossime domeniche e feste, un gruppo di ragazzi e ragazze dai 18 ai 29 anni, di tutta Italia (qualcuno anche da altri Paesi europei), ci offrirà alcuni spunti di riflessione sul Vangelo del giorno, proposti con una modalità consona alle nuove generazioni, ossia quella dell'immagine. A una foto si accompagnerà, a seconda dell'autore, una breve riflessione o altri materiali con altri linguaggi.

A questi giovani, a cui va il nostro ringraziamento, abbiamo lasciato campo libero, con lo scopo di metterci realmente in ascolto di loro e di quanto lo Spirito dice in loro.


I Avvento

 

I DOMENICA DI AVVENTO

«Vi saranno segni nel sole, nella luna, nelle stelle» (Lc 21, 25)

Nell'immaginario comune e in quello mediatico, il Natale è momento magico e incantevole. Luca, invece, ci prospetta uno scenario tutt'altro che confortante. Arriverà il Figlio dell'uomo e sarà sconvolgente. L'attesa richiederà attenzione e impegno, ma soprattutto predisposizione del cuore alla novità.

Quando nella vita di tutti i giorni ci prepariamo ad un'occasione speciale (laurea, esito di un concorso, risultati per un colloquio di lavoro, progettazione di un matrimonio, nascita di un bambino...), l'attesa non è forse scandita anche da angoscia, paura e sconvolgimenti? Prepariamoci dunque a farci scombussolare la vita dall'Amore.

Susanna Maria De Candia, progettista culturale

 

 

04/12/2018 12:26 Francesca Vittoria
Anzi mi sia permesso questo seguito, che ritengo questa ? Pagina web? potrebbe essere qualificata anche non solo commenti, chatter, ma qualificarla anche come "voce di popolo" che può anche manifestare idee , proposte , in modo aperto dove non occorre comperare andare in libreria per il libro da chi le idee le affida alla carta stampata, per essere al corrente. Ho letto "giudizio finale" e l'ho passato a chi è più interessato in quell'interno famigliare. Un po' come il caso chiacchierato di un politico e del suo interno famigliare . Al cittadino come al fedele interessa soltanto la Persona in che suscita fiducia . E perché no? Avere cenno di risposta. E se è utile a risolvere i problemi nella e della società, perché questi coinvolgono tutti senza distinzione e che è valido soltanto l'apporto del ricevere e dare positivo. Il silenzio che isola da questi è che regna oggi malgrado grida da più parti, nelle piazze , nei luoghi più diversi, perché tutto viene fatto , manovrato, elaborato nel chiuso di gruppi, congregazioni, istituzioni, dato alle stampe come cosa già stabilita, magari materia anche cambiata, diversa anche sconosciuta, da quella che ci si aspetta, tanto che al cittadino-fedele non resta che la funzione passiva, e a sua volta non gli resta che sentirsi distante, escluso dall'interesse di chi di lui dovrebbe tener conto, preoccuparsi, così si chiude nel suo stato ininfluente. Pertanto Oso aggiungere che invece spero venga letta anche questa pagina, da Chi sta al vertice, perché è una piccola voce ma viene da chi la testa la tiene alta, (non per arroganza) fa attento l'orecchio proprio come raccomandato nella sacra scrittura a voler dare il proprio contributo che è sempre nelle intenzioni voler essere "servizio al bene nella società
Francesca Vittoria



04/12/2018 10:12 Francesca Vittoria
Solo il Padre decide intanto però di segni sconvolgenti ne vediamo molti, : popoli contro popolo, etnie piccole che rivendicano diritti a contare, i cambiamenti climatici quasi irreversibili, alluvioni difficili a dominare. Però è importante non perdere di vista il bene che possiamo fare, infatti si suggerisce di non stare a guardare inattivi, restare con il timoniere nella barca in preda dei marosi con fede. La cronaca riporta che il Santo Padre ha tenuto un meeting sulla PACE! e dialogato fraternamente con Abu Masenin visita cordiale. Mi viene di pensare se non sarebbe una buona idea che quando si raccogliessero offerte per Gerusalemme, lo si faccia per i popoli che la abitano equamente, un segno della Pace.cristiano, e prendere le distanze altrettanto se le intenzioni dei popoli sono all'insegna del ricorso alle armi, anzi la Chiesa cristiana farsi avanti, presente come avvocata alla causa del diritto alla vita di poveri e indifesi, di coloro che ringraziano Dio per il dono di esistere e il diritto a godere delle cose create e di quanto menti e braccia hanno saputo costruire per il bene di tutti. Si desidera l'Avvento della Pace!
Francesca Vittoria



03/12/2018 14:46 Lea
Un bel commento davvero! Non se ne può più delle solite ricette ritrite. Parlare dell'Altro come se fosse parlare di un argomento qualsiasi (da secchioni) produce secchioni ma non " discepoli".
Grazie!



03/12/2018 09:54 Lazzaro Gigante
Verissimo.


02/12/2018 00:07 Maria Teresa Pontara Pederiva
Grazie, Susanna, per avercelo ricordato!


Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it