Nell'arte
Una comunione non solo con quelli bravi
di Gian Carlo Olcuire | 09 settembre 2018
Finché non include chi non sa esprimersi, il popolo di Dio non può dirsi tale. Restano nodi da sciogliere e tappi da levare…

 

LA GUARIGIONE DEL SORDOMUTO

(2017, nel sito hebidsthemcome.com)

 

«Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!». (Mc 7,31-37)

 

Una scelta diversa dal solito, anche per la concomitanza con l'inizio dell'anno scolastico. L'ha fatta un bambino, quest'illustrazione, che non sarà mai esposta in un museo ma riesce a far vedere come Gesù cambia la situazione di una persona.

Invece di portare l'attenzione sul Signore (e di farlo credere una specie di mago per come parla al malato o per come lo tocca), il piccolo artista si è concentrato sull'uomo sordomuto. Anzi, sulla sua lingua: prima avviluppata e incapace di mettere insieme due parole, dopo l'intervento di Gesù appare come un nodo sciolto (e ci lascia immaginare le orecchie stappate).

È un disegno che comunica un'idea di liberazione. In un tempo in cui salvare è quasi diventata una brutta parola, dà conforto rivedere Gesù che non perde la bella abitudine. Stavolta è in terra pagana e ridà la possibilità di comunicare, quindi di dare ascolto e di dare voce, a chi ne è impedito.

Tale blocco può avvenire, oltre che per problemi fisici, anche per cause sociali e culturali. In questo caso il miracolo di stappare le orecchie e di sciogliere la lingua è alla nostra portata: ce lo ha indicato Don Milani e ce lo mostrano molti insegnanti, che, con un lavoro di anni, sono impegnati a togliere le pieghe alle conoscenze, cioè a semplificare il sapere, a spalancare le porte chiuse, a dischiudere le meraviglie dei linguaggi...

Probabilmente hanno inteso che l'invito di Gesù - «Effatà», cioè «Apriti!» - vale pure per loro.

 

Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Gian Carlo Olcuire

Gian Carlo Olcuire è un grafico. Che si sente realizzato quando riesce a far guardare le parole come se fossero immagini e a far leggere le immagini come se fossero parole. Lavora soprattutto per il mondo cattolico ed è appassionato di linguaggi, soprattutto dell'uso (o abuso, disuso, riuso) che se ne fa nel mondo cattolico.

 

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it