Nell'arte
Vincere non è l'unica cosa che conta
di Gian Carlo Olcuire | 05 novembre 2017
"Chi si umilia sarà esaltato" significa non aver paura a rappresentarci ammaccati: dopotutto lo siamo anche noi, di tanto in tanto, al lavoro, in parrocchia, persino in famiglia.

 

SEDUTO A GUARDARE

(Lisippo, IV sec. a.C., Roma, Museo nazionale romano)

 

«Chi si umilierà, sarà esaltato».  Mt 23,1-12

 

Non sarebbe difficile scovare – soprattutto nella scultura – chi parla e non fa, o chi carica gli altri di pesi e non se ne fa mai carico. Ma l’arte celebrativa è anche riuscita a esaltare chi si umilia, non chi si vanta. Realizzando un monumento alla fatica, sia pure nello sport, un ambito in cui le parole contano poco o nulla.

Non si sa se il pugile seduto sia in una pausa della gara o alla fine, né se sia un vincente o un perdente: lo si percepisce stremato, col corpo segnato dalla durezza del combattimento, e fiero. Oltre che di sé, andrebbe aggiunto, fiero pure di chi lo ha scolpito: un antico con sensibilità da contemporaneo, che, disinteressato ai gesti atletici e ai momenti di gloria, ha deciso di eternarlo nella nobiltà del riposo. Dove non c’è solo la bellezza fisica, ma la bellezza che si sposa alla grandezza dell’aver lottato. Foss’anche uno sconfitto, quest’uomo comunica d’essersi impegnato a fondo, d’aver dato l’anima, d’essersi… umiliato.

È un’opera da mostrare agli arroganti, a chi vive in perenne autoesaltazione, a chi sostiene che «vincere non è importante, è l’unica cosa che conta». Inoltre può suggerire di non aver paura a rappresentarci ammaccati: dopotutto lo siamo anche noi, di tanto in tanto, al lavoro, in parrocchia, persino in famiglia. Sono momenti – forse più belli di una vittoria – in cui vale la pena sedersi, mai su un trono o in poltrona, e tirare il fiato. Riguardando la strada percorsa, riconoscendo gli errori, rimettendosi in forze per una nuova battaglia. A condizione che sia buona, come quella di San Paolo, atleta di Dio.

09/11/2017 18:57 Agnese C.

Purtroppo in questa società manca questa idea così ben descritta. SI parla sempre di "successo" o di ""fallimento".Questo «Chi si umilierà, sarà esaltato».non corrisponde alla realtà del nostro mondo e neppure della chiesa...basta che ci guardiamo un pò attorno.«Chi si umilierà, sarà esaltato» credo sia una finesta aperta nel "non ancora" . Nel " già" posso vivere questa umilizione/abbassamento che ha il volto del'umiltà, del servizio, del chicco di grano che muore, della sofferenza offerta ...
E' solo nel "non ancora" che avverrà questa esaltazione (speriamo).




05/11/2017 18:13 antonella patrizia mazzei
Questo commento mi fa pensare alla bellezza di certi volti anziani, alieni da ritocchi e artificiose levigature, che esprimono, coi loro solchi e le loro pieghe, una vita consumata in lotte e fatiche, spesa senza risparmio, umilmente appunto, nel servizio e non nel dominio.


Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Gian Carlo Olcuire

Gian Carlo Olcuire è un grafico. Che si sente realizzato quando riesce a far guardare le parole come se fossero immagini e a far leggere le immagini come se fossero parole. Lavora soprattutto per il mondo cattolico ed è appassionato di linguaggi, soprattutto dell'uso (o abuso, disuso, riuso) che se ne fa nel mondo cattolico.

 

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it