Nell'arte
L'uomo che vacilla
di Gian Carlo Olcuire | 13 novembre 2016
Ammonisce che dai piedistalli si può rovinare a terra. Ma il bello dell'omino di Giacometti è nel tenere ancora alto lo sguardo...

giacometti

 

L'UOMO CHE VACILLA

(Alberto Giacometti, 1950, Zurigo, Kunsthaus)

 

«Nemmeno un capello del vostro capo andrà perduto. Con la vostra perseveranza salverete la vostra vita» (Lc 21,5-19)

 

In un tempo di alta instabilità, geologica e politica, cascano a fagiolo il brano di Luca e la figura di un uomo in procinto di cadere. Preferibile a immagini di distruzione o di caos perché, invece delle macerie, fa vedere l'uomo. Senza rumore né colore né sfondo. Senza dire nulla di lui, né di chi o di che cosa stia causando il suo crollo.

A volte giova non avere notizie, per non dare colpe agli altri, alla società, a Dio. E sapere se sia in corso una tragedia o una commedia, potrebbe depistare dall'annuncio evangelico della fine dei tempi: nulla di noi resterà in piedi. Non solo i nostri corpi, ma anche le nostre opere d'arte, i nostri edifici più belli e persino le più grandi invenzioni collettive, i nostri paesi e città. Tutti - persone, animali e cose - abbiamo una data di scadenza. Ed è inutile, guardando la statua, pensare che «non è detta l'ultima parola» o che «quell'uomo, di per sé, è sospeso e potrebbe sempre spiccare il volo»: la buttiamo sempre in ridere o in sogno quando vogliamo seppellire i cattivi pensieri.

Potrebbe essere utile tenere, sulla scrivania o sul comodino, una copia di questa statua, dedicata - più che all'uomo forte - a quello debole. Un anti-monumento. O un nuovo tipo di monumento, se ammonisce che dai piedistalli si può rovinare a terra. Se fa presente che «in cima a ogni vetta si è sull'orlo di un abisso» (Stanislaw J. Lec). O, più semplicemente, se ricorda, senza mettere angoscia, che siamo caduchi, che prima o poi, in qualche modo, perderemo - con l'equilibrio - la bellezza, il portamento, la sicurezza... e la vita.

Il Vangelo, però, aggiunge un messaggio: Gesù infatti, dopo aver dato "istruzioni" in caso di sofferenze e persecuzioni, mette in guardia dalla possibilità di vacillare nella fiducia in lui.

Almeno la fede dobbiamo portarla in salvo. Per questo ci piace pregare con il Salmo 17 (16): «Tieni saldi i miei passi sulle tue vie / e i miei piedi non vacilleranno». Pur vacillando, il bello dell'omino di Giacometti è nel tenere ancora alto lo sguardo...

 

13/11/2016 12:50 Fab
Dal Sal. 110:

Il Signore ha giurato
e non si pente:
"Tu sei sacerdote per sempre
al modo di Melchisedek".
Il Signore è alla tua destra,
annienterà i re nel giorno della sua ira.
Giudicherà i popoli:
in mezzo a cadaveri
ne stritolerà la testa su vasta terra.
Lungo il cammino si disseta al torrente
e solleva alta la testa.



Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Gian Carlo Olcuire

Gian Carlo Olcuire è un grafico. Che si sente realizzato quando riesce a far guardare le parole come se fossero immagini e a far leggere le immagini come se fossero parole. Lavora soprattutto per il mondo cattolico ed è appassionato di linguaggi, soprattutto dell'uso (o abuso, disuso, riuso) che se ne fa nel mondo cattolico.

 

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it