Innalzare, raddrizzare, spianare
di Chiara Bertoglio | 05 dicembre 2015
Nella prima Aria del Messiah Haendel traduce in musica i verbi dell'invito di Giovanni il Battista a preparare la strada al Signore che viene al centro del Vangelo della II domenica d'Avvento

Guarda qui l'introduzione di Chiara Bertoglio

Il protagonista di questa domenica e della prossima è Giovanni il Battista, che, nel Vangelo di oggi, invita a preparare la strada al Signore. Il brano musicale che proponiamo è la prima Aria del Messiah di Haendel, che suggerisce l'immagine del Battista nella filigrana della profezia di Isaia. Il compositore raffigura in modo pittorico e dinamico al tempo stesso il testo biblico: ogni parola è dipinta musicalmente (il basso e l'alto, il tortuoso e il diritto, l'erto e il piano), ma la natura non statica della raffigurazione musicale permette anche di suggerire le diverse azioni (innalzare, raddrizzare, spianare). In aggiunta a ciò, il brano è pervaso di letizia e di aspettativa, di luce e di speranza.

 

Ascolta qui la prima Aria del Messiah di Haendel

07/12/2015 09:46 Pietro Buttiglione
Sorry ma di 'nn condivido nulla' nn so che farmene.
Posto argomenti alla ricerca di contro/argomentazioni specifiche che nn siano " sta scritto così".
Teologia? Cattolica? Quale? Ne esistono centomila.
NESSUNA nella Parola.
Vorrà pur significare qualcosa??
PS
Per almeno mille anni non si è parlato di teologia cattolica.
Preferisco l'Evangelo, la Parola.
Aborro i Principi della Chiesa, che frequentano certi salotti, vestono in un certo modo, si riempiono di certa cultura...
Sono andato in estasi quando Francesco negli slum di Nairobi ha esclamato:
"Mi sento a casa mia!"
Al miglior quadro del miglior pittore preferisco quella vecchietta curva dalla fatica di una vita, gli occhi schivi e umili,
con la pelle piena di rughe che accarezzerei con infinita dolcezza...
Purtroppo sono così...



07/12/2015 08:33 Chiara Bertoglio
Gentile Pietro,
posso solo dire di non essere d'accordo quasi su nulla di ciò che scrivi. Basterebbe approfondire un po' la teologia cattolica per capire la profonda verità di quanto asserisce, e di come essa rifugga a semplicismi.
Un carissimo saluto



07/12/2015 08:09 Pietro Buttiglione
Chiara!
la Bellezza, la Bontà , la Verità di Dio.
Temi da far tremare le vene...😨
Parto da più semplice: la Bontà. Siamo proprio sicuri che nella NOSTRA accezione lo sia?
Ad esempio per il male che subiscono bambini innocenti?? Che l'Universo sia "etico" nel ns senso?
Solo 2 vie:
B1) Mistero inconoscibile
B2) parlare noi di"Bontá di Dio" non sta in piedi. Comunque.

Anche parlare noi di Verità di Dio è pericoloso limitativo incongruo indefinito.
Sia xchè la ns mente scappa subito vs assiomi e teoremi... Ti faccio fue esempi:
V1) Il Vat I ha proclamato a inizio '900:
SE qualcuno osa dire che NON è possibile con certezza pervenire con la sola ragione ad asserire cge Dio esuste....
SIA ANATEMA!!!!
Da povero pirla qual sono io di un dio che mi OBBLIGA a credere in lui io nn so che farmene..
Residuato illuministico, tout court
V2) chi ha veramente Fede alberga e vive DUBBI. Ed è proprio su qs dubbi che spicca il volo pindarico che, mettendosi responsabilmente in gioco, gli permette di attingere di conoscere in senso biblico Lui, l'Inconoscibile!
Quindi: parlare di Verità di Dio può generare equivoci ma soprattutto persone incapaci di mettere in discussione le proprie credenze, cone quadi tutti i musulmani, i TdG, i ciellini , ho scoperto ieri, i medjugiriani.

Infine quello che interessa te : la Bellezza.
Uno dei miei maestri il simpatico Silvio Ceccato, mi ha insegnato come il Bello sia soggettivo. Ognuno di noi di fronte ad un'opera d'arte ne fruisce applicando il proprio vissuto, i propri schemi mentali. Quindi ciò che è bello x me non lo è x te ( divago: non bello x me che un marocchino ha appena cercato di mettere le mani da dietro dentro la mia borsa, qui a lato sulla panchina. Bello x lui??)
Come ne usciamo?? Come pervenire salla Bellezza di Dio??!
Chi ci ha rivelato Dio??
Come ce lo siamo rappresentato Gesù?
Qualcuno ( Celso?) scrisse un libro CONTRO i cristiani.
Per lui , più vicino di noi a quei tempi, Gesù era piccolo e brutto.
Questo è il mio Gesù.
Questo è il Cristianesimo che mi affascina, mi coinvolge, mi penetra.
Sicuramente non roba x esteti:
Scusamii...



06/12/2015 15:32 Chiara Bertoglio
Grazie, Graziella per l'apprezzamento!
Pietro: non si tratta di privilegiare la cultura di élite, quanto di offrire qualcosa di veramente bello. E sono convinta, con Tommaso d'Aquino, che la bellezza, con la verità e con la bontà, sia uno dei trascendentali che caratterizzano l'essere stesso di Dio.
La bellezza può annidarsi ovunque, e chi mi conosce sa che, grazie all'esempio di persone a me vicine che mi hanno aiutata ad apprenderlo, cerco di trovarla in tutte le piccole e grandi occasioni della vita: nell'incontro con persone semplici e con persone di cultura, con la natura e con l'arte, con i capolavori e con i piccoli tentativi di un bambino che vuole creare una cosa bella.
Ed è proprio perché desidero che le cose veramente belle non siano un'esclusiva dell'élite culturale che creo questi video e cerco di realizzare iniziative di divulgazione: perché credo che i doni più preziosi che Dio ha fatto all'umanità tramite l'umanità stessa (e Bach è uno di questi) vadano condivisi con tutti, perché tutti, proprio in quanto esseri umani, ed a prescindere dal loro status sociale e dalla loro cultura, hanno le capacità di apprezzarli e di goderli. Buona domenica!
Chiara



06/12/2015 15:17 Graziella
Seguo con grande interesse i video ed i commenti di Chiara Bertoglio che mi aiutano moltissimo a vivere la Bellezza dell'Avvento. Attendo con gioia il suo prezioso contributo attraverso "Chi cercate?" e ringrazio Vino Nuovo che ci offre per il secondo anno questi momenti di riflessione. Non ho le molteplici competenze nè il raffinato spirito critico del signor Pietro, per cui mi gusto con grande gioia ciò che mi viene regalato con semplicità, professionalità ed umiltà! Grazie Chiara!


06/12/2015 14:04 Pietro Buttiglione
Porto un altro argomento a supporto.
Se studiamo la storia della " cultura" quindi anche di tutte le arti, ma anche delle scienze,
Fino al .. Diciamo ... secolo XX, e seriamente ci diciamo che questa è frutto di:
- poche persone
- persone spesso di famiglia " ricca"
- almeno 3/4 fino al XX secolo era ANALFABETA, o comunque di una cultura che al massimo arrivava alle elementari, ( i miei genitori), per non parlare di quel prete che fece togliere mia nonna dalla scuola " perchè poi avrebbe scritto al fidanzato o letto chissà cosa😎 "
- ECC

Io mi chiedo se ha senso ignorare la maggioranza del Popolo di Dio, che era tagliata fuori dalla "cultura" in generale?
QUINDI: cultura di elite, musica di elite, ecc

Affondo finale: personalmente ritengo l'illuminismo antireligioso.
Ma quanto della nostra Chiesa è o è stata illuminista??
Quante pagine della nostra stampa, vedi Avvenire, lo è??

Ma ancora: la posizione filosofica che sostiene la ricerca del bello, che propone una vita da esteta che si ciba di tutte le cose belle, tipo Bach o i bei panorami o luoghi o pitture o sculture ... È oppure non è "cristiana"???

Chiara! ( come mia figlia, che vive a New Delhi, ) Ti chiedo scusa x aver approfittato della tua ospitalità x togliermi un dente😂



06/12/2015 12:31 Chiara Bertoglio
Gentile Pietro,
ringrazio per l'apprezzamento e prendo atto delle osservazioni, anche se molte direi che fanno parte dei gusti personali: come tali le rispetto profondamente e ringrazio per averle manifestate, ma naturalmente mantengo anch'io le mie opinioni e le mie preferenze. Un carissimo saluto e buona domenica!
Chiara



06/12/2015 08:13 Pietro Buttiglione
Prima il bello, dopo aver bevuto questo incanto davanti ad un'alba grigia sul mare di Sanremo:
Il bello x me è la gioia, una gioia incontenibile che pervade tutto .. La gioia dell'attesa della Salvezza:
esultare tutti dovremmo x l'annuncio di Gesù che viene!!
Preciso meglio: la parola giusta è ALLEGRIA!!

Inde gli appunti: la camera ancora tropppppo rapida!!
Inoltre il pedissequo percorrere i particolari del quadro stufa...
Meglio una panoramica generale, non di volata, zoom sul centro di attenzione, dissolvenza e poi i vari particolari ma con stacco tra loro
Il tutto imo

Infine devo dirti una cosa di sostanza, sempre imo.
La prendo alla larga. Foscolo, soecie quello dei Sepolcri, a me nn piace. Perchè?
Ogni verso permette pagine e pagine di richiami, di commenti.
Roba da superintellettuali. Troppo costruita.
Aggiungo : a livello di arti moderne si è assistito a quesra degenerazione:
Oranai i poeti li capiscono solo i poeti, i pittori i pittori, ecc
Si commentano e si premiano tra di loro.

E qui lancio l'affondo: mi ha detto di più il Silvestri del rigo sopra.
Nota: x onestà devo aggiungere che Haendel e' ben poco sofisticato
arte-costruito barocco o altro : gli chiedo scusa: è stato solo l'occasione x dire certe cose



Commenta *






Versione stampabile
Invia ad un amico
Scrivi a Vino Nuovo





Chiara Bertoglio

Chiara Bertoglio è una giovane concertista di pianoforte, musicologa, scrittrice e docente italiana. Laureata e dottore di ricerca in musicologia, ha scritto diversi libri e numerosi saggi per riviste specialistiche italiane ed internazionali, partecipando come relatrice a convegni prestigiosi (ad Oxford, Londra, Roma etc.).

Impegnata nell'approfondimento dei rapporti fra musica e spiritualità cristiana, ha pubblicato libri sull'argomento; inoltre, scrive articoli e libri non musicali per diffondere storie positive di speranza. Svolge intensa attività didattica privatamente ed in importanti istituzioni italiane ed estere, sia come docente di pianoforte sia come musicologa.

Gli articoli che pubblichiamo su Vino Nuovo sono tratti dal suo blog. Per conoscere meglio (e anche ascoltare) la sua attività di musicista www.chiarabertoglio.com

 

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it