La Francia dei preti
22 maggio 2010
L'inchiesta di «La Croix»: la metà ha più di 75 anni

In occasione dell'Anno sacerdotale - che si chiuderà tra qualche settimana - il quotidiano cattolico francese sta realizzando un'inchiesta approfondita sui preti in Francia che ha preso il via a Pentecoste e durerà per quattro settimane. La prima puntata vede al centro questa mappa molto dettagliata sui preti diocesani del Paese: diocesi per diocesi viene proposto il numero dei preti incardinati nel clero diocesano, il numero dei sacerdoti ormai non più in grado di svolgere un ministero, il numero dei seminaristi e il rapporto tra il numero dei preti e la popolazione.

Alcuni dati sono estremamente significativi: intanto - a livello complessivo - su 14 mila sacerdoti complessivi, più della metà ha superato i 75 anni d'età. Ma ci sono addirittura diocesi in cui rappresentano già i due terzi. Un altro elemento interessante è la distribuzione del clero: ci sono zone della periferia di Parigi dove ormai c'è un solo prete per ogni 20 mila abitanti. Ma anche alcune diocesi del Sud, molto vicine al confine con l'Italia (Nizza, Marsiglia, Aix, Ajaccio) sono tra quelle che sperimentano maggiormente la carenza di preti.

In tutta la Francia nel 2009 vi sono state appena 89 ordinazioni sacerdotali. A fine 2009 nei seminari francesi vi erano 756 seminaristi, ma va anche aggiunto che un 15 per cento sono giovani provenienti da altri Paesi stranieri (Paesi africani e Polonia principalmente) che si incardineranno nel clero francese una volta ordinati. Altro dato molto significativo è quello sul rapporto con i diaconi permanenti, che in alcune diocesi oggi sono più dei preti con meno di 65 anni.

Dati interessanti che si riferiscono a una realtà a pochi passi da casa nostra. Perché sarà anche vero che la storia della Francia degli ultimi cent'anni è molto diversa rispetto a quella del cattolicesimo italiano (basti pensare, ad esempio, alla realtà delle parrocchie). Ma si può davvero pensare che il contesto intorno sia poi così diverso? La Francia oggi si trova gioca forza costretta a ripensare la fisionomia e il tipo di mistero richiesto ai propri preti. Già qualche anno fa l'allora arcivescovo di Parigi Lustiger diceva che i sacerdoti «non sono mai tanti o pochi. Sono quelli che Dio ci dona». Ecco perché forse vale la pena di osservare con un po' più di attenzione quanto sta accadendo nel cattolicesimo d'Oltralpe. (G.Ber.)

Commenta *






Versione stampabile
Scrivi a Vino Nuovo





Preso in rete
di Guido Mocellin
Dopo quattro anni questa rubrica chiude. Ma per aprire presto altre pagine qui su Vino Nuovo...
Il video di suor Cristina Scuccia con la cover di Madonna, l'immancabile dibattito e una nostra sensazione di fondo
Ho fiducia che il Sinodo stia andando molto meglio e che stavolta Crozza abbia letto i giornali un po' in fretta...
Se i giornali dedicano pagine, e non righe, alla questione, vuol dire che interessa «davvero»
Un altro editore laico - quello del Boston Globe - ha deciso di puntare su «tutto quanto è cattolico» con un suo sito web
I burattini fanno una morte santa. Come quella che certamente ha fatto mons. Giovanni Catti
Dal filosofo Roger Scruton che analizza le coincidenze con il sacro alla Gazzetta dello Sport che titola «Cuore di Maria»
In fondo la parabola del samaritano è sempre attuale anche nel ritratto dei media sulla Chiesa
La domanda «chi è il sommo pontefice?» è tanto implausibile quanto lo sarebbe quella su «chi è il vescovo?» in qualsiasi diocesi con un vescovo emerito
Temo di aver già «letto» la gran parte degli articoli che scriveremo da oggi fino al 19 ottobre sull'ultimo (di fatto) Papa italiano...
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it