La morte non è la fine
scelto da Luigi Accattoli | 18 gennaio 2015
"La morte non è la fine perché il destino dell'uomo è nell'eternità. Non c'è istante di vita che non abbia un significato. Figurati l'ultimo degli istanti! È la summa di tutta la tua vita. Sono sereno. Non ho rifiuto di niente"
di Ermanno Olmi

Il Corsera del 10 gennaio ha pubblicato una lunga conversazione di Gian Antonio Stella con Ermanno Olmi che gli racconta il matrimonio con Loredana, celebrato da Nazareno Fabretti; e l'amore di lei che ora l'assiste nella malattia: "E' stata una straordinaria fortuna". Ho cavato dalle due pagine le parole più utili:

"La morte non è la fine perché il destino dell'uomo è nell'eternità. Andai a trovare Tonino Guerra a Sant'Arcangelo di Romagna quando stava davvero molto male. C'era stata una grande nevicata. Pareva quella di Amarcord. A un certo momento dice: 'Non hai idea di quante storie bellissime mi ha raccontato Andrej Tarkovskij! Quando torni la prossima volta te le racconto'. Dopo tre ore era morto. Cosa voglio dire? Non c'è istante di vita che non abbia un significato. Figurati l'ultimo degli istanti! È la summa di tutta la tua vita. Un istante. Un battito di palpebre. E c'è dentro tutta la tua vita. L'uomo è immagine di Dio e anche Dio è immagine dell'uomo. Che ha una capacità smisurata di essere l'infinito. La velocità della luce? Ma è la velocità del pensiero il grande dono di Dio! Basta che tu ti immagini di essere ai confini del cosmo e ci sei. Se non è questa l'immagine di Dio! Siamo stati troppo distratti da piccole questioni che alla fine non hanno importanza. L'importante è riconoscere gli errori. E capire che quella cosa poteva andare diversamente, se non fossimo stati distratti. Una delle frasi che dice Tolstoj quando ormai è alla fine è 'Io amo tutti. Tutti amo'. Sì. È così. Sono sereno. Cosa vuol dire 'prendere una cotta'? Non c'è niente di razionale, in una cotta. È un sentimento dirompente. Senza tregua. Ecco, io vivo questo momento così. Mi sento bene. Bene. Anche se sono stato aggredito da questo male in maniera subdola. Nei primi momenti ho anche reagito: ma perché, porca miseria? Poi, in ogni situazione c'è qualcosa che val la pena di vivere. Hai presente il San Sebastiano di Antonello da Messina con tutte le frecce infilzate nel corpo? Ecco. Ogni momento una puntura. Una pastiglia. Eppure vale la pena. Avverti che tutto questo non è somministrarti una medicina ma mostrarti un atto d'amore. Tutto dipende da noi, dal mistero che contiene ogni cosa. Adesso perderò i capelli. Poi torneranno, spero. Ma, come dicevo, non ho rifiuto di niente".

Un abbraccio riconoscente a Ermanno Olmi e a Gian Antonio Stella che hanno conversato di ciò che conta.

 

Commenta *






Versione stampabile
Scrivi a Vino Nuovo





Luigi Accattoli

Luigi Accattoli già giornalista della Repubblica (1976-1981) e poi del Corriere della Sera (1981-2008), ora collabora al Corriere della Sera, a Liberal. Scrive per la rivista Il Regno da 37 anni. Modera il blog www.luigiaccattoli.it

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it