Dare una possibilità al giovane Caino
scelto da Luigi Accattoli | 24 dicembre 2014
"Al processo per l'uccisione di mio marito, udendo la parola ergastolo mi sono sentita morire: Matteo aveva fatto qualcosa di aberrante, ma non potevo accettare che la società non desse una possibilità di riscatto a un ragazzo così giovane"
di Claudia Francardi

"AmiCainoAbele" è il nome di un'associazione nata nel 2014 a Grosseto per iniziativa di Claudia Francardi e Irene Sisi: Claudia è la vedova del carabiniere Antonio Santarelli, aggredito dal diciottenne Matteo Gorelli a un posto di blocco e morto nel 2012 dopo un anno di coma; Irene è la mamma di Matteo, che sta scontando 20 anni in una comunità di don Mazzi. «Ho incontrato Irene quando Antonio era ancora vivo: lei mi ha scritto per chiedermi perdono e ci siamo subito abbracciate. Il dolore può aprirti. Le ho chiesto di portare Matteo a vedere Antonio: volevo aiutarlo a capire le conseguenze del suo gesto. Matteo non ebbe il permesso di venire ma da quel momento iniziammo un percorso che ci ha portato a fondare l'associazione con la quale ci proponiamo di aiutare a riconciliarsi le persone che vivono un dolore simile al nostro. Nel dicembre del 2012 Matteo è stato condannato all'ergastolo, pena poi ridotta a 20 anni. Udendo la parola ergastolo mi sono sentita morire: Matteo aveva fatto qualcosa di aberrante, ma non potevo accettare che la società non desse una possibilità di riscatto a un ragazzo così giovane. Nel gennaio 2013 Irene mi ha portato dal figlio ed è stato uno dei giorni più belli della mia vita. Ricordo di avergli detto che una mano così bella e giovane poteva avergliela armata solo il diavolo. Gli ho anche chiesto di stringerci le mani con in mezzo un rosario in modo che Maria fosse stare tra noi. Ora quel rosario Matteo lo porta con sé. Né mio figlio né la mamma di mio marito hanno accettato la mia scelta, ma penso che un cristiano debba cercare di seguire il comandamento del perdono e non penso che Dio mi abbia punito ma mi abbia affidato un compito».

Ho preso le parole di Claudia da grossetonotizie.com del 27 settembre 2014, Toscana Oggi del 12 ottobre 2014, dalla pagina Facebook dell'Associazione AmiCainoAbele. Il mio abbraccio a Irene e Claudia donne piene di coraggio.

 

Commenta *






Versione stampabile
Scrivi a Vino Nuovo





Luigi Accattoli

Luigi Accattoli già giornalista della Repubblica (1976-1981) e poi del Corriere della Sera (1981-2008), ora collabora al Corriere della Sera, a Liberal. Scrive per la rivista Il Regno da 37 anni. Modera il blog www.luigiaccattoli.it

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it