"Dio ha dato" dice l'imam ai poveri
scelto da Luigi Accattoli | 12 ottobre 2014
"Nei giorni della festa per la fine del Ramadan, l'imam di sera lascia un pacco di cibi e altro davanti alla porta dei bisognosi e se ne va senza farsi vedere. Un unico biglietto di accompagnamento: Dio ha dato"
di Gabriella e Roberto Ugolini

Un coppia fiorentina che dal duemila è in missione nell'est della Turchia, da me già narrata nel secondo dei miei volumi intitolati Cerco fatti di Vangelo (EDB 2011), mi scrive da Edremit (che è nelle vicinanze di Van, a 18 chilometri dalla frontiera con l'Iran) narrando un aneddoto della fine dell'ultimo Ramadan, che quest'anno cadeva il 28 luglio:

"Al termine del mese sacro, prima della festa, moschee e privati cittadini si organizzano per portare alle famiglie che sono in difficoltà pacchi contenenti generi alimentari e altre cose di prima necessità. Negli anni scorsi avevamo partecipato, per dare un segno di vicinanza, rivolgendoci ad alcuni amici musulmani perché facessero per noi da ponte. Quest'anno siamo andati direttamente a trovare un imam che conosciamo. E' stata questa una bella occasione per approfondire con lui alcuni argomenti in un momento di difficoltà tra musulmani e cristiani in vari paesi del mondo. Nei giorni della festa lui stesso, con un gruppo di persone, di sera, si sono recati dalle famiglie che sapevano essere nel bisogno. Bussavano, lasciavano un pacco davanti alla porta, poi se ne andavano senza farsi vedere. Un unico biglietto di accompagnamento: Dio ha dato".

Mando un bacio a Gabriella e Roberto e alla loro figlia Costanza - che da qualche tempo è rientrata a Firenze - conosciuti in una bella occasione romana; e mando tramite loro un abbraccio allo sconosciuto imam che visita i poveri senza farsi vedere.

 

15/10/2014 11:47 Claudia
Un po' come accade qui, in Italia,con la "raccolta viveri"da distribuire alle famiglie in difficoltà. L'unica differenza che distingue le due confessioni -quella cristiana e in modo eminente la Chiesa Cattolica dalle altre [ Islamica,ma anche ebraica, enduista ecc] è che quest'ultima, La Chiesa, non ha mai fatto distinzioni tra etnie, religioni, condizioni sociali e quant'altro. Per cui dall'avvento della Caritas [35 anni il 10 Ottobre] ad oggi, questa gigantesca istituzione benefica che ha dato vita a centinaia d' iniziative in ogni parrocchia d'Italia,opera per il bene integrale dell'uomo a qualunque latitudine e religione appartenga. Cosa che , generalmenente non accade in altre parti del mondo, specie in tutte quelle zone a maggioranza islamica dove a tutt'oggi si registra persecuzione e morte. Certo,quel piccolo fiore di generosità al termine del Ramadam in favore dei fratelli cristiani ci conforta non poco, e lascia intravedere un piccolo spiraglio di speranza in questo "imbuto" di violenza, in questo inferno in cui sembra stia scivolando l'umanità. Un'umanità che dovrebbe tenere sempre a mente che quel "Dio ha dato", può anche "togliere", altro che se toglie, se non ci si decide ad invertire la rotta.


Commenta *






Versione stampabile
Scrivi a Vino Nuovo





Luigi Accattoli

Luigi Accattoli già giornalista della Repubblica (1976-1981) e poi del Corriere della Sera (1981-2008), ora collabora al Corriere della Sera, a Liberal. Scrive per la rivista Il Regno da 37 anni. Modera il blog www.luigiaccattoli.it

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it