L'amore che dà la libertà
scelto da Luigi Accattoli | 01 giugno 2014
"Esiste un amore che vuole possedere l'altro, inchiodarlo, metterlo in catene per averlo sempre vicino ed è l'amore che schiavizza ed è a sua volta schiavo. E c'è quell'altro, che dà la libertà"
di Angela Terzani Staude

Ho ammirazione per il collega Tiziano Terzani (1938-2004), per la sua curiosità del mondo e dell'umano. Ho capito ora da dove gli veniva quella sicurezza di girare il pianeta terra e il pianeta uomo senza smarrirsi. Me l'ha spiegato in un testo maestro la donna che fu con lui per 45 anni, Angela Terzani Staude, con un intervento al festival di Roma "Letterature" che il "Corriere della Sera" ha pubblicato il 27 maggio con il titolo Il viaggio come ritorno a casa. Quella sicurezza gli veniva dall'amore di lei: è la mia conclusione dopo la lettura delle parole di lei:

"La sua passione per il viaggio e l'avventura erano tali da garantirmi che sarebbe finito in posti nuovi, insoliti, affascinanti - e io con lui. In tutti i quarantacinque anni che ho vissuto accanto al mio guidatore, accompagnandolo in qualsiasi direzione volesse andare, senza mai mettere in dubbio le sue destinazioni o semplicemente la sua voglia di partire, non mi sono mai annoiata né tantomeno pentita della mia prima, istintiva decisione. E ancora oggi che lui non c'è più, continuo a viaggiare su quello stesso trabiccolo guidato da lui, come viaggiatrice a latere, come satellite. Non mi sento per questo da meno. Non credo di aver speso male la mia vita, di non essermi realizzata [...]. Esiste un amore che vuole possedere l'altro, inchiodarlo, metterlo in catene per averlo sempre vicino ed è l'amore che schiavizza ed è a sua volta schiavo. E c'è quell'altro, che dà la libertà [...].Sentiva forte la responsabilità di essere «gli occhi, le orecchie e il naso» dei suoi lettori, di dover riferire a chi non aveva le sue stesse opportunità di fare grandi esperienze, inclusa quella di aspettare la morte a occhi aperti per sette lunghi anni. Di quella sua avventura, da lui definita la più interessante, ha voluto rendere conto minuto per minuto, quasi fino all'ultimo respiro".

Un bell'abbraccio ad Angela nella bella memoria di Tiziano.

 

Commenta *






Versione stampabile
Scrivi a Vino Nuovo





Luigi Accattoli

Luigi Accattoli già giornalista della Repubblica (1976-1981) e poi del Corriere della Sera (1981-2008), ora collabora al Corriere della Sera, a Liberal. Scrive per la rivista Il Regno da 37 anni. Modera il blog www.luigiaccattoli.it

leggi gli articoli »
Ogni opinione espressa in questo sito è responsabilità del singolo autore. www.vinonuovo.it è un blog in cui ci si confronta su temi e problemi dei cattolici oggi in Italia.
Come tale non rappresenta una testata giornalistica e non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Cookies: ai sensi della normativa sulla privacy si informano gli utenti del presente sito che, ai fini di garantire un ottimale funzionamento dello stesso, viene fatto utilizzo di cookies. I cookies sono piccoli file di dati che i siti visitati dall'utente inviano solitamente al suo browser, dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Alcune operazioni non potrebbero essere compiute senza l'uso dei cookies, che in alcuni casi, sono quindi tecnicamente necessari. I cookies utilizzati nel presente sito sono di tipo tecnico ed hanno lo scopo di garantire il corretto funzionamento di alcune aree del sito stesso e di ottimizzare la qualità di navigazione di ciascun utente. Non vengono utilizzati cookies di profilazione.
Web Design www.horizondesign.it